Nirvana: quella volta che George W. Bush spezzò un CD dei Nirvana

Jenna Bush Hager, figlia dell’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush e conduttrice del Today Show, ha raccontato una curiosità piuttosto interessante circa i gusti musicali del padre. Durante il programma la donna ha rivelato al suo co-conduttore, Carson Daly, di quella volta che suo padre spezzò completamente a metà un disco dei Nirvana.

L’intervento di Jenna Bush al Today Show

Carson Daly, produttore e conduttore televisivo, stava spiegando quanto fosse per lui difficile accettare la passione di suo figlio di 10 anni per la musica rap. La figlia dell’ex presidente Bush ha colto quindi l’occasione per raccontare un aneddoto riguardante il padre:

“Mio padre è sempre stato molto permissivo sulla musica, ci permetteva di ascoltare qualsiasi cosa volessimo.” Ha raccontato Hager, che poi ha spiegato che uno dei primi cd che acquistò fu proprio quello dei Nirvana: “Non riesco a ricordare di quale album in particolare si trattasse, probabilmente stiamo parlando di ‘In Utero’, uscito proprio in quegli anni.”

Rape Me: la canzone che indignò il presidente

“In quell’album c’era una canzone davvero dura e violenta e, mentre la stavo ascoltando sul mio lettore cd, mio padre se ne accorse. Senza pensarci due volte prese il disco e lo spezzò sulla sua gamba. Difficilmente l’ho visto così arrabbiato, ma quel brano nello specifico beh. Diciamo che fa uno strano effetto sentire la tua amata figlia mentre ascolta una canzone del genere.” Ha aggiunto la figlia dell’ex presidente.

Il titolo della canzone durante lo show non è stata mai pronunciata, ma possiamo ipotizzare che si trattasse di “Rape Me” (Violentami). All’epoca, mentre il gruppo grunge di Aberdeen pubblicava il loro terzo album, Hager era appena una ragazzina di 12 anni.

Probabilmente George W. Bush non approvava quello specifico album, o forse quella specifica canzone, o forse quel genere in particolare. Però, stando a quanto racconta la figlia Jenna Bush, verso altri gruppi era molto più tollerante: “Questo però è solo un piccolo episodio isolato. Amavamo ascoltare musica insieme: quando facevamo qualche viaggio in macchina gli piaceva ascoltare “Dookie”, l’album dei Green Day.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)