gtag('config', 'UA-102787715-1');

Oasis, la storia del loro peggior concerto

Gli Oasis sono diventati molto popolari negli anni, hanno fatto parlare di loro sia in positivo sia, soprattutto, in negativo. Molto famosi sono i litigi tra i due fratelli a capo della band, Liam Gallagher e Noel Gallagher, capaci di dare vita a scene pietose, o far addirittura annullare concerti. Uno dei loro punti più bassi però, è dovuto principalmente al consumo di droga, dando vita nel 1994 ad uno dei concerti peggiori del gruppo.

La storia del peggior concerto degli Oasis

Gli Oasis si sarebbero dovuti esibire nel leggendario Whisky a Go Go, che aveva visto, negli anni precedenti, esibirsi gruppi e artisti del calibro dei Led Zeppelin, Black Sabbath e The Doors. Il gruppo dei Gallagher era riuscito, in poco tempo, a raggiungere una fama internazionale, dopo aver spopolato in Gran Bretagna. Così, inagurano la prima tranche americana del tour di Definitely MaybeDurante quelle giornate passate nella nazione degli USA, furono molte le peripezie della band, influenzati sia dal loro immediato successo e sia dal massiccio uso di droghe di ogni genere.



Arrivò così la sera al Whisky a Go Go e, anche prima di esibirsi, gli Oasis si fecero di cocaina. Noel, una volta salito sul palco, iniziò a confondere le sue parti di chitarra tra i vari brani che egli stesso aveva scritto. Anche le sue parti vocali furono rovinate, mostrandosi stonato e incapace. Liam di tutta risposta, a metà concerto, decise di mandare a quel paese il fratello, per poi colpire uno spettatore tra le prime file con il proprio tamburello, scatenando il pubblico. Il gruppo riuscì in qualche modo ad arrivare alla fine. Liam Gallagher, appena finito il concerto, scese dal palco e uscì fuori dal locale con un asciugamano al collo, ponendo fine ad una delle loro peggiori esibizioni mai realizzate.

Le follie della band in America

Durante quelle prime date del tour negli Stati Uniti, gli Oasis ne combinarono di tutti i colori. La nota radio rock di Pasadena KROQ li cacciò dagli studi a causa delle imprecazioni continue proferite nel corso dell’intervista. Altro evento spiacevole avvenne al di fuori del Viper Room, il noto locale di West Hollywood, dove la band decise di provocare e offendere pesantemente il personale della sicurezza, scatenando una rissa. Bonehead, chitarrista del gruppo in quegli anni, si fece arrestare dopo aver suonato Supersonic, tutta la notte fino alle sei del mattino, all’esterno di una abitazione ad un volume decisamente esagerato.





Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.