gtag('config', 'UA-102787715-1');

Oasis, quando nel 1995 la band stava già quasi per sciogliersi

(What’s The Story) Morning Glory è senz’altro uno degli album iconici degli Oasis. Questo disco ha segnato un’intera generazione del britpop ed è diventato un esempio fulgido per numerose band successive, specialmente nell’ambito dell’indie rock. Tuttavia, l’uscita del disco, datata esattamente al 2 ottobre 1995, è stata contraddistinta da numerosi colpi di scena e il gruppo inglese era già ad un passo dallo scioglimento. Ecco cosa è successo in merito.

La scazzottata tra i fratelli Gallagher

L’esistenza degli Oasis era stata messa a serio dubbio in seguito ad un cruento litigio tra Liam e Noel Gallagher, sfociato in un’autentica scazzottata. Un membro dell’entourage della band parlò addirittura di “fucili ad aria compressa, estintori e un televisore appeso alla finestra”. Il fatto è accaduto nel Galles del Sud e, come si può intendere, ha causato una brusca interruzione della registrazione dell’album. Quando Noel era uscito dallo studio, il suo fratello minore gli stava scagliando contro un bidone della spazzatura. “È stato un litigio molto forte”, confermò il fotografo della band Spencer Jones. Persino Liam sottolineò quanto quella fosse stata una delle battaglie più violente avute con suo fratello. “In realtà, hanno smesso di essere una vera e propria band proprio in quel momento”, aggiunse Jones.

La nascita di un album dal successo sorprendente

Dopo il primo disco, Definitely Maybe, gli Oasis erano acclamati da pubblico e critica. Il primo singolo di (What’s The Story) Morning Glory, ossia Some Might Say, si era piazzato in vetta alle classifiche del Regno Unito dopo che la band si era esibita all’interno dei leggendari Rockfield Studios. I pionieri del britpop avrebbero catalizzato l’attenzione della serata di apertura del Festival di Glastonsbury, per poi registrare il loro disco successivo. “Ho scritto i brani e sono rimasto sorpreso del loro riscontro. Non sapevamo cosa sarebbe potuto succedere”, riferì Noel Gallagher“Le canzoni erano tutte nella mia testa. Ci siamo fermati in una piazzola di sosta e ho suonato tutto il disco con una chitarra acustica”.

Dopo la registrazione iniziale di Roll With It, si scatenò un dibattito su chi avrebbe cantato l’iconica e meravigliosa Wonderwall. Lo stesso discorso valse per Don’t Look Back In Anger. Liam e Noel, ovviamente, discussero a lungo a riguardo. Quindi, fu la volta di Champagne Supernova. Nel frattempo, Liam e gli altri membri si stavano godendo la vita notturna di Monmouth. Noel e i produttori erano al lavoro per masterizzare l’album nella versione definitiva. La serata fu caratterizzata da vere e proprie “scene da film western”.

Perché gli Oasis litigarono così pesantemente

La causa della guerra tra i fratelli Gallagher? Un autore di film di fantascienza, di nome Darius Hinks. Quest’ultimo guidava la band grunge britannica Cable, anch’essa a Monmouth per registrare il suo primo album. Il gruppo si imbatté negli Oasis all’interno di un bar, prima di andare a festeggiare. Hinks era leggermente ebbro e non gradiva particolarmente la band, considerata troppo mainstream. Si iniziò a lamentare, ritenendo che il gruppo suonasse come i BeatlesJohn Lennon. Alla fine, Darius fu preso a pugni e inseguito dalla band.

La seconda parte fu caratterizzata dalle botte tra Liam e Noel. Noel era lì per fare solo un disco, mentre Liam si dava arie da superstar. Fu una “scazzottata vittoriana sul prato di Lockfield”, così come ricordato dal fotografo Spencer Jones“Nella stanza di Liam, il caos e la devastazione erano inimmaginabili”. I due fratelli scomparvero e si pensava che sarebbe stata la fine degli Oasis. Non sarebbero tornati a suonare insieme per più di una settimana, prima di tornare all’albergo e pagare danni pari a circa 800 sterline. In seguito, (What’s The Story) Morning Glory sarebbe diventato uno degli album più belli della storia della musica rock e non solo.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)