gtag('config', 'UA-102787715-1');

Oasis: quella volta che Liam Gallagher accusò i Green Day di aver plagiato Wonderwall

I Green Day rappresentano uno degli esempi di formazione, nell’ambito della musica contemporanea, più celebre che possa essere ascoltata e apprezzata. La band, capitanata da Billie Joe Armstrong, ha ottenuto un grandissimo successo, per quanto abbia maturato uno stile che, al giorno d’oggi, la porta ad essere lontana da quegli ambienti punk che avevano caratterizzato la prima parte della propria carriera. Ad ogni modo, la formazione statunitense ha regalato dei veri e propri capolavori, oltre che grandi successi come Boulevard of Broken Dreams, che hanno reso la formazione molto famosa e soprattutto apprezzata nel panorama del rock e della musica in generale. Eppure, la canzone in questione sarebbe stata oggetto di un plagio, così come da parte di Liam Gallagher. Il cantante di Once ha criticato la formazione statunitense, accusandola di aver plagiato Wonderwall almeno nell’arrangiamento. Vogliamo parlarvi di queste accuse e delle parole che Liam Gallagher ha destinato ai Green Day.

La storia di Boulevard Of Broken Dreams

Al fine di prendere in considerazione le dichiarazioni di Liam Gallagher, vogliamo prima sottolinea armi la storia di Boulevard of Broken Dreams, singolo realizzato dal gruppo musicale statunitense dei Green Day è pubblicato il 29 novembre del 2004, come secondo estratto dal settimo album in studio pubblicato dalla band, American Idiot. Il singolo rappresenta il più grande successo della band statunitense, avendo venduto oltre 5 milioni di copie in tutto il mondo e avendo ottenuto certificazioni di grande rilievo, come i dischi d’oro in Danimarca, Germania, Regno Unito e Stati Uniti, oltre che i Platini in Australia, Canada e Italia. Si tratta di una canzone che mostra tutte le influenze degli Oasis, e che ricorda molto Wonderwall della band dei fratelli Gallagher. Per questo motivo, Liam Gallagher non si è trattenuto nel cercare di contestare quanto più possibile il singolo della band statunitense e la formazione stessa, accusandola di aver plagiato il più grande successo degli Oasis.

Le dichiarazioni di Liam Gallagher sui Green Day

A proposito delle polemiche che vi abbiamo precedentemente citato, vale la pena prendere in considerazione le parole al vetriolo che il cantante ha destinato ai Green Day, affermando: «Dovrebbero avere la decenza di aspettare che muoia [prima di rubarmi le canzoni]. Io, almeno, alla gente cui rubo le canzoni pago la cortesia».

E ancora, il cantante non si è risparmiato nel parlare della band: “La musica per chitarra, come forza, per essere il più grande schifo del mondo per ora si sta facendo strada, capisci cosa intendo? A metà degli anni ’90 c’era Oasis e Nirvana. I Radiohead vanno ancora avanti, ma sapete cosa intendo. Il mio campo di battaglia sono le classifiche, e la musica per chitarra in cima alle classifiche è praticamente inesistente, a meno che non si contino i Green Day, cosa che nessuno dovrebbe fare”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.