gtag('config', 'UA-102787715-1');

Ozzy Osbourne: “Ecco perché quella volta ho morso il pipistrello sul palco”

Ozzy Osbourne ve lo ricorderete, oltre che come celebre rocker e frontman dei Black Sabbath, anche per aver fatto una cosa veramente pazza. Una delle storie più famose di Ozzy Osbourne è che morse la testa di un pipistrello sul palco di un concerto a Des Moines, nell’Iowa statunitense nel 1982. Ciò accadde di fronte a migliaia di persone e in moltissimi si preoccuparono della cosa. Pare che i giorni successi venne organizzato un funerale dai fan perché pensavano si fosse preso la rabbia da quell’animale. Ora, il Principe delle Tenebre ha raccontato insieme alla moglie Sharon i postumi di quel retroscena e del morso successivo alla colomba.

Il nuovo contratto per il disco da solista dopo i Black Sabbath

C’è un’altra storia di Ozzy Osbourne con altri uccelli vivi, in particolare una colomba, che però non avvenne davanti ai fan in un concerto. Sharon Osbourne, la moglie di Ozzy, ha confermato che il marito aveva morso la testa da una colomba viva. Sharon Osbourne è stata ospite del Wild Ride!, il podcast di Steve-O, dove ha raccontato la storia di questa colomba. Erano gli anni Ottanta e Ozzy Osbourne doveva iniziare una carriera solista dopo aver cantato con Tony Iommi ed essersi dai Black Sabbath. I dirigenti discografici non erano esattamente pronti a un cantante come lui.

L’accordo con la casa discografica

“L’accordo era che doveva entrare, perché era la sua prima introduzione alla casa discografica”, ha detto Sharon Osbourne a Steve-O. “L’accordo discografico era stato concluso benissimo. Andava tutto bene e Ozzy era contento. Ozzy non è certamente un tipo professionale, né una persona mattiniera. Non l’avevano mai incontrato, quindi stavano facendo entrare tutto lo staff nella sala conferenze e lui stava per entrare. Era tipo il 1980 o 1981. Nessuno aveva parlato personalmente Ozzy. Era un affare economico. Gli stavano facendo un favore pubblicando il disco, non conoscevano affatto questo genere di musica, non sapevano nulla di quel genere. Quindi entrò e tutte quelle persone stavano ascoltando “Crazy Train”. Non avevano idea di cosa stessero ascoltando”.

La pazza idea di Ozzy e Sharon Osbourne

L’idea era questa: Ozzy Osbourne avrebbe rilasciato due colombe dal vivo per fare una buona impressione sui dirigenti discografici. Sharon ha dichiarato: “Ci siamo detti: ‘Prendi le colombe e lasciale volare. È come un’offerta di pace. Tutti diranno oh, che meraviglia, è adorabile. Quindi poi entra Ozzy, era già ubriaco ed era solo mattina. Erano le 10 del mattino. Aveva una colomba in ogni tasca. Si siede sulle ginocchia di questa ragazza che non aveva idea di chi fosse. Si siede sulle sue ginocchia. L’atmosfera nella stanza era molto strana.”

La follia di Ozzy Osbourne

Ma ecco l’imprevedibilità di Ozzy Osbourne dopo quella volta che morse il pipistrello sul palco. Sharon ha ammesso: “Ozzy si mette a guardare tutti, loro lo guardano e lui tira fuori la colomba e le strappa la testa e la sputa in grembo alle ragazze. Ecco fatto, game over. Quindi prende l’altro uccello e lascia l’altro libero nella stanza, quindi vola e caga nella stanza. Siamo stati espulsi dalla sicurezza. Tempo dopo sono tornata in ufficio. Avevo ricevuto una chiamata dal legale. Mi avevano detto: “Se lo farai di nuovo, non pubblicheremo l’album e ti distruggeremo letteralmente”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.