gtag('config', 'UA-102787715-1');

Ozzy Osbourne: secondo il figlio Jack il ritiro dalle scene potrebbe arrivare tra…

Ozzy Osbourne in questo ultimo periodo ha fatto preoccupare non poco i suoi milioni di fan. Se nel 2019 il leader dei Black Sabbath ha dovuto lottare con una brutta influenza e un’ infezione alle vie respiratorie che lo hanno tenuto lontano dagli studi di registrazione, nel 2020 le cose se possibile sono perfino peggiorate. Il Principe delle tenebre, infatti, ad inizio anno ha rivelato di essere affetto dal morbo di Parkinson. Ciononostante Ozzy Osbourne non è certo un tipo che molla facilmente e, a dirla tutta, anche suo figlio Jack appare piuttosto ottimista circa le condizioni di salute del padre.

The Nine Lives Of Ozzy Osbourne, il biopic sul Principe delle tenebre

Certo il Principe delle tenebre ha dovuto lottare non poco in questi ultimi due anni molto turbolenti, ma il verbo “mollare” non compare in nessun dizionario della famiglia Osbourne. A dare continui aggiornamenti ai tantissimi fan sulle condizioni di salute di Ozzy se ne occupano sia la moglie Sharon che i figli. E, proprio uno di questi, Jack, in una recente intervista è tornato a parlare sia delle condizioni del padre che del prossimo documentario incentrato proprio sulla vita del padrino dell’heavy metal. Il biopic sul Principe delle Tenebre, intitolato “The Nine Lives Of Ozzy Osbourne” dovrebbe uscire nei prossimi mesi, al momento però non è stata fissata ancora una data ben precisa.

“A dir la verità il biopic è tutto merito di Greg Johnston, uno dei produttori di “The Osbournes”. Ha spiegato Jack Osbourne a Collider, aggiungendo: “Gli abbiamo proposto di fare un documentario e lui, che è un appassionato di musica ed un gran conoscitore della famiglia Osbourne, ha accettato subito. Si, insomma, abbiamo lavorato anni ed anni insieme a lui e conosce perfettamente tutte le nostre abitudini, quindi la scelta di avere lui come regista è stata piuttosto ovvia. Credo proprio che nei prossimo 5 o 10 anni mio padre andrà in pensione e penso quindi che sia arrivato il momento per un nuovo documentario.”

Il frontman dei Black Sabbath come Paul McCartney e Mick Jagger

Il film biografico incentrato su Ozzy Osbourne ripercorrerà la carriera e gli eccessi di uno dei fondatori dell’heavy metal e, personalmente, non vediamo l’ora che esca. Jack Osbourne, continuando a parlare del documentario in uscita, ha voluto sottolineare inoltre quanto il padre meriti lo stesso rispetto e lo stesso seguito di artisti come Mick Jagger e Paul McCartney

“In termini di successi, longevità e carriera è così: mio padre si trova tra Paul McCartney e Mick Jagger. Fa parte di un piccolissimo gruppo di frontman unici e inimitabili, un gruppo che purtroppo ora come ora è in via di estinzione.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)