21 January, 2021, 14:48

Paul McCartney: “John Lennon? Se fosse vivo, farebbe ancora musica”

Paul McCartney continua a ricordare il suo caro amico John Lennon anche ad oltre 40 anni dalla sua morte. Il cantante ha spiegato cosa potrebbe riuscire a fare oggi il noto artista di Imagine, sottolineando un’ispirazione sociale e musicale davvero fuori dal comune. Ecco cosa ha detto Paul riguardo a John, oltre a fornire alcuni dettagli molto interessanti sulla registrazione del suo ultimo album di inediti.

Paul McCartney e la grande ispirazione di John Lennon

L’8 dicembre 1980 è stata una data terribile per gli appassionati della musica mondiale. Infatti, in quel giorno, John Lennon è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da Mark David ChapmanPaul McCartney, che ha suonato con lui per diversi anni nei Beatles, continua a riflettere su come sarebbe potuta andare se il suo caro amico non fosse stato ammazzato. Paul ha rilasciato un’intervista alla CBS Sunday Morning nella quale ha espresso le proprie sensazioni a riguardo. “John non mostrava alcun segno di rallentamento. Era ancora capace di fare grande musica e avrebbe continuato anche oggi”, ha spiegato McCartney, riferendosi alla carriera solista di Lennon.

L’ipotesi di una possibile reunion dei Beatles

Quindi, l’attenzione di Paul McCartney si sposta verso le possibilità di una possibile reunion dei Fab Four. “Saremmo mai tornati di nuovo tutti insieme? Non lo so, non lo sapremo mai”, così l’artista ha risposto in maniera laconica. Non è la prima volta in cui Paul riceve una domanda del genere dopo la rottura del 1969. Già nel 2021, il cantautore ha riferito alla rivista musicale Rolling Stones che l’idea di riformare i Beatles era stata tenuta in considerazione almeno un paio di volte. Tuttavia, non se n’è fatto più nulla perché “non c’era una passione sufficiente dietro un’idea del genere”. Oggi, della straordinaria band britannica sono rimasti in vita solo McCartney e il batterista Ringo Starr, visto il già citato assassinio di Lennon e la morte per cancro di George Harrison nel 2001.

La registrazione di un nuovo album da solista

Paul McCartney ha anche parlato della registrazione in solitaria del suo nuovo album da solista, McCartney III. Lo ha fatto nel suo studio del Sussex all’inizio del 2020, in perfetto isolamento. “Non è come lavorare in gruppo. So cosa voglio sentire e non devo darne conto a nessuno. Sapevo come e quando suonare ogni strumento. Non ho avvertito la mancanza dei feedback di un produttore o di altri musicisti, ho fatto tutto da solo”. Il disco è il terzo di una trilogia di album nel quale Paul ha fatto tutto da solo, con 11 canzoni. L’ultimo album prima di questo è stato Egypt Station e risaliva al 2018.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)