26 January, 2021, 08:38

Paul McCartney: l’ex Beatles torna a parlare dello scioglimento della band

Lo scioglimento dei Beatles ha caratterizzato uno degli eventi più sconvolgenti che ci siano stati nell’ambito della storia della musica e che, allo stesso tempo, hanno determinato un cambiamento sostanziale in termini artistici e musicali nel corso della storia del rock e della musica in generale. A lungo si è parlato dello scioglimento dei Beatles e lo stesso Paul McCartney, che ha avuto una florida e importante carriera da solista, ha offerto spesso caratterizzazioni a proposito. Di recente, il britannico ha parlato dello scioglimento dei Beatles: ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito.

Le dichiarazioni di Paul McCartney sullo scioglimento dei Beatles

Parlando a CBS Sunday Morning, Paul McCartney ha offerto caratterizzazioni piuttosto importanti a proposito dello scioglimento dei Beatles, di cui ha già parlato in passato. Il britannico di Liverpool ha spiegato come sia avvenuto lo scioglimento della band, attraverso le parole che seguono: “[Lennon] non mostrava segni di rallentamento. Sai, stava ancora facendo ottima musica. La domanda è: saremmo mai tornati di nuovo insieme? Non lo so. Non lo sappiamo.”

Tuttavia, nonostante tutto, ancora oggi alza il volume in macchina quando si tratta di Beatles: “Alzo il volume. Lo alzo e canto insieme ad esso. Mi riporta sempre alla sessione di registrazione di una canzone.”

Paul McCartney e la sua libertà compositiva nell’ultimo album in studio

Interessi, passioni e sessioni di registrazione molto particolari: queste sono le determinazioni che si trovano alla base di McCartney III, ultimo album in studio pubblicato dal britannico nel dicembre del 2020. Parlando all’interno della stessa intervista, il cantante e musicista inglese ha spiegato: “L’altra cosa che le persone hanno fatto è stata pulire i loro armadi. Quindi questo è un po’ quello che era [McCartney III] […] Ho appena iniziato a pulire i miei armadi. Tipo, ‘Che mi dici di quella canzone l’anno scorso che ho iniziato ma non sono mai riuscita a finire. “Diamo un’occhiata a questo, finiamolo.”

Poi, il musicista ha spiegato anche quanto sia stato semplice realizzare alcune canzoni dal punto di vista compositivo: “Non è come lavorare con la band, perché so cosa voglio sentire, e non non devo nemmeno dirlo a nessuno. Ho appena detto, ‘Facciamo un po’ di batteria.” Mi siederò alla batteria e penserò, ‘OK, volevo doo doo doo …’ Quindi, è tutto nella mia testa. […] Una delle canzoni del nuovo album, si chiama ‘Kiss of Venus’, e l’ho scritta un giorno d’estate e ne ho avuto l’inizio … Ho pensato: ‘La registrerò, finirò un giorno. Ma poi mi sono detto: ‘No! Cosa hai ottenuto? Non hai niente addosso. Siediti qui e finisci quella dannata canzone.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.