gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pearl jam: la storia di quella canzone ispirata ai Pink Floyd

Nella loro carriera artistica i Pearl Jam hanno spesso dimostrato di essere al passo con i tempi da un lato, di saper ritrovare nella storia della musica un fecondo terreno di ispirazione e riferimento dall’altro. Ne è sempre conseguito un modo di realizzare album e canzoni che godesse di quelle tecniche e quei ricorsi artistici che, in alcune occasioni, hanno portato alla produzione di veri e propri capolavori. Ne parlarvi di due casi specifici, di cui uno anche piuttosto recente, vogliamo parlarvi della storia della canzone della band ispirata ai Pink Floyd: di quale canzone si parla?

Sirens, la canzone dei Pearl Jam ispirata ai Pink Floyd

Una delle tracce di Lightning Bolt, penultimo album in studio pubblicato dai Pearl Jam prima dell’uscita di Gigaton, è Sirens, canzone tutt’altro che casuale che prende posto all’interno della discografia della formazione statunitense e che si propone attraverso l’ispirazione ai Pink Floyd e al loro operato. 

Il chitarrista della formazione, Mike McCready, ha raccontato la storia del brano in un’intervista esclusiva: “Prima che si chiamasse Sirens, è stato scritto due anni fa. Ero al concerto di Roger Waters e sono stato completamente spazzato via da The Wall. Volevo scrivere qualcosa che avrebbe avuto un aspetto in stile Pink Floyd. Ne abbiamo registrato una demo [ma il cantante Eddie Vedder] non ha inserito i testi fino alla seconda volta in cui siamo tornati; li ho ascoltati la sera in cui li ha messi lì e mi hanno portato fino alle lacrime. Questo è Ed al meglio delle sue possibilità, nella mia mente.”

Quick Escape, il nuovo brano di Gigaton dedicato a Freddie Mercury e ai Queen

Data la citazione fatta a Sirens, la canzone dei Pearl Jam datata 2013 e ispirata ai Pink Floyd, non possiamo fare a meno di raccontarvi anche di Quick Escape, brano tratto dal nuovo album in studio dei Pearl Jam – Gigaton – e dedicato, almeno nella sua parte iniziale, a Freddie Mercury e ai Queen. Vi abbiamo già parlato di quanto fondamentale sia quest’album, in un momento storico oggettivamente difficile per il rock e per le condizioni sociali e sanitarie che si è costretti a vivere.

Nel nuovo prodotto discografico, data anche la nuova produzione di Josh Evans, i Pearl Jam hanno dimostrato qualità artistiche di grandi livelli, che si riflettono nel brano Quick Escape, il quale si apre con un riff alla Led Zeppelin che ricorda molto Kashmir (non è casuale il verso “Cross the border to Morocco, Kashmir then to Marrakech”) e con una dedica a Freddie Mercury, la seguente:

Reconossaince is on the corner
in the world not so far
First we took an aeroplane, then a boat to Zanzibar
Queen cranking on the blaster
and Mercury did rise
come along where all we belonged
You were yours and I was mine
Had to… Quick escape

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.