Hot Space, perchè fu un insuccesso dei Queen, decimo album in studio dei Queen

Perchè Hot Space è considerato un insuccesso dei Queen?

L’abbiamo sempre affermato, i Queen sono passati alla storia per un eclettismo musicale che ha caratterizzato il loro continuo essere al centro dell’attenzione e in vetta alle classifiche di tutto il mondo. Non sempre, però, una svolta radicale dal punto di vista artistico è stata apprezzata dalla critica, che ha sempre considerato la commistione tra generi un punto di forza della formazione britannica: l’esempio più chiaro di questo concetto è rappresentato da Hot Space, un vero e proprio insuccesso mediatico e critico dei Queen che ha avuto bisogno di anni prima di essere rivalutato. Ma perchè il decimo album in studio non ha mai ottenuto un grande successo come gli altri album della band?

La svolta musicale dei Queen in Hot Space

Dopo il successo ottenuto da The Game, i Queen avevano avuto modo di rapportarsi ad un contesto musicale del tutto differente, e da loro stessi sempre contestato: quello del funk e delle sonorità elettroniche; l’esempio lampante di questo primo tentativo di svolta era stato Another One Bites The Dust, che aveva convinto tutti i membri della formazione nonostante la convinzioni iniziali.

Hot Space fu concepito seguendo questa stessa svolta che aveva ormai preso piede nel mondo musicale, destando non poche critiche nel mondo degli estimatori di un certo tipo di musica; i Queen concepirono un album che, almeno per un lato, fosse dichiaratamente funk e ispirato ad uno stile musicale del tutto inedito, dato l’utilizzo di sintetizzatori, sonorità new-wave e dance-pop. Il risultato non fu quello sperato: fatta eccezione per alcuni brani come Under Pressure, che riuscirono ad ottenere grande successo, ciò che la band britannica ottenne fu un insuccesso mediatico.

Il commento della critica e il mancato apprezzamento di Hot Space

Non soltanto i Queen non raggiunsero vette o posizioni ambite nell’ambito delle classifiche di vendita, ma ottennero anche molti giudizi negativi da parte della critica. La musica “senza anima”, volendo utilizzare un’espressione che fu fedele all’ideologia dei Queen prima della svolta, non piacque praticamente a nessuno, e c’è stato bisogno di anni prima di giungere a una rivalutazione dell’album che può, in sè per sè, considerarsi un buon prodotto. 

Alex Petridis, di The Guardian, affermò: «Come i Queen, la disco era melodrammatica, irrimediabilmente camp, con arrangiamenti stravaganti e onnivora in quanto ad influenze. O almeno lo è stata. All’epoca di Hot Space nel 1982, la disco music era diventata uno strambo, scheletrico e monotono sound elettronico sperimentato per primo dal DJ Larry Levan, che veramente non si addice proprio ai Queen».

La tracklist di Hot Space

Di seguito, è riportata la tracklist di Hot Space:

  • Staying Power – 4:13
  • Dancer – 3:50
  • Back Chat – 4:36
  • Body Language  – 4:31
  • Action This Day – 3:38
  • Put Out the Fire – 3:20
  • Life Is Real (Song for Lennon) – 3:31
  • Calling All Girls – 3:52
  • Las palabras de amor (The Words of Love) – 4:32
  • Cool Cat – 3:29
  • Under Pressure (with David Bowie) – 4:08
Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.