gtag('config', 'UA-102787715-1');

Perché i The Cranberries si chiamano così?

Ogni band nasconde una storia dietro la scelta della propria denominazione. Il discorso è valido anche per il gruppo rock dei Cranberries. Questi ultimi hanno riscosso un notevole successo nel corso della loro carriera, iniziata verso la fine degli anni ’80 e conclusasi in tempi recenti, in seguito alla morte della frontman Dolores O’Riordan. Scopriamo insieme perché i Cranberries si chiamano proprio così, dando un’occhiata alle origini di un progetto musicale così apprezzato a livello internazionale.

Come è iniziata la carriera dei Cranberries

Il progetto musicale dei Cranberries è nato verso la fine degli anni ’90. Tutto è dovuto alla passione di due fratelli originari di Limerick, ossia Noel e Mike Hogan. I due saranno rispettivamente il chitarrista e il bassista della band. Gli Hogan sceglieranno poi di arruolare un batterista, Fergal Patrick Lawler, e un cantante, Niall Quinn. È proprio questa la formazione iniziale del gruppo, anche se qualcosa cambierà di lì a poco.

Infatti, nel 1990, Nial Quinn sceglie di abbandonare il progetto dopo pochi concerti in locali di piccole dimensioni. Al suo posto, il cantante sceglie di segnalare un’amica della sua fidanzata, ossia l’artista con origini irlandesi Dolores O’Riordan. Gli altri tre musicisti rimangono positivamente colpiti dalle doti di Dolores e quest’ultima viene ufficialmente assunta. Sarà il momento della svolta assoluta per i Cranberries.

A qualche concerto in piccoli locali seguì la registrazione di una demo intitolata Nothing Left at All, che vendette bene localmente e permise loro di firmare un contratto con la major Island Records. Il loro primo pezzo, Uncertain, contenuto nell’omonimo EP, fu un insuccesso, così come passò inizialmente inosservato il primo album Everybody Else Is Doing It, So Why Can’t We? con i singoli Dreams e Linger.

Perché la band rock ha scelto proprio questo nome

Un discorso a parte lo merita l’evoluzione della denominazione della band. Infatti, alle origini, il complesso si chiamava The Cranberry-Saw-Us. La band non ha nascosto una certa passione nei confronti del mirtillo. Il significato letterale del primo nome è il mirtillo-ci-ha-visto, anche se in realtà corrisponde ad un gioco di parole di the cranberry sauce, ossia di salsa di mirtillo.

Ad ogni modo, questa denominazione sembra non soddisfare fino in fondo il quartetto britannico, alla ricerca di una formula ben più accattivante rispetto a quella iniziale. Il nome viene così convertito in The Cranberries. Le ragioni di un cambio di questo tipo sono state sostanzialmente due. La prima riguarda un’esigenza puramente pratica, mentre la seconda coincide con l’esigenza di essere maggiormente memorizzati dal pubblico.

Una notevole carriera prima della morte di Dolores

In circa trent’anni di carriera, i Cranberries sono in qualche modo entrati nella storia del pop rock e del rock alternativo. Buona parte del successo era dovuta alla straordinaria voce di Dolores O’Riordan, autrice di brani del calibro di ZombieDreamsSalvationJust My ImaginationPromises e tanti altri. Il 15 gennaio 2018, la cantante è stata trovata morta in una stanza d’albergo a Londra. La band decise così di incidere un ultimo album, In the End, annunciando il suo malinconico scioglimento definitivo.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)