gtag('config', 'UA-102787715-1');

Perché i King Crimson si chiamano così?

I King Crimson sono una delle Rock Band più importanti di tutti i tempi. Il loro impatto sul panorama musicale moderno è dei più profondi e, la loro, è una delle storie più brillanti. L’apporto dei King Crimson sui massimi esponenti del Progressive è particolarmente radicato, grazie alla commistione aulica di generi impegnati che, già al tramonto degli anni ’60, contraddistingueva il loro unico sound. Ad oggi, l’opera dei King Crimson unisce milioni di appassionati particolarmente esigenti, affermandosi come una pietra miliare dal raro splendore nel panorama musicale contemporaneo.

Le origini del gruppo risalgono all’agosto del 1967, quando i fratelli Michael e Peter Giles, rispettivamente batterista e bassista, decisero di cominciare a cercare un organista e cantante per dare inizio ad un progetto musicale personale dopo aver militato in diverse band inglesi sin dal periodo dell’adolescenza. Quando il giovane chitarrista Robert Fripp rispose all’annuncio, i tre formarono il trio di Giles, Giles & Fripp. I King Crimson nacquero nel 1969, quando Robert Fripp propose un cambio di rotta dalle sonorità Pop tipiche del trio a qualcosa di più impegnato.

Dopodiché, il chitarrista propose alcuni cambi nell’organico, chiedendo a Michael Giles di sostituire sé stesso o il fratello con Greg Lake. Alla fine, fu Peter ad uscire di scena, lasciando spazio a Lake che si sarebbe, ben presto, affermato come la colonna portante della band. Fu allora che nacque uno dei gruppi più grandi di tutti i tempi. In quest’articolo, scopriremo perché i King Crimson si chiamano così.

Perché i King Crimson si chiamano così?

I King Crimson subirono diverse brusche virate nel corso del loro cammino; soprattutto nei loro primi anni. Il trio, non ancora sottoposto ai cambiamenti di Fripp, collaborò con diversi artisti per provare ad emergere sulle scene. Tra questi, l’artista Peter Sinfield, in particolare, giocò un ruolo chiave nella crescita della band. Sinfield fu il paroliere del gruppo e mise la firma su The Court Of The Crimson King, uno dei brani più evocativi della band.

Fu proprio Peter Sinfield a coniare l’iconico nome della band. I King Crimson si chiamano così per suo volere. Sul sito ufficiale della band si legge che Sinfield volesse dare un nome sinonimo di potenza alla band, qualcosa ispirato ai Led Zeppelin e che, sicuramente, sarebbe stato migliore di Giles, Giles & Fripp. Secondo Sinfield, King Crimson aveva l’arroganza giusta. Il nome del gruppo, comunque, pare essere un sinonimo di Belzebù, in forma anglicizzata. Nell’opera di Milton, Il Paradiso Perduto, Belzebù viene descritto come una figura vestita di rosso cremisi.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)