gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, Nick Mason ammette: “Siamo imbarazzati da quanto siamo ricchi”

Il batterista dei Pink Floyd Nick Mason ha ammesso: “Siamo imbarazzati da quanto siamo ricchi”. Per molti questa affermazione potrebbe sembrare una frase un po’ arrogante e superficiale ma alla fine non riflette altro che la verità. Il batterista dei Pink Floyd Nick Mason ha rivelato che lui con la band hanno guadagnato veramente tantissimi soldi nel corso degli anni. È indiscutibile che la band ha fatto veramente moltissimi soldi grazie a tre album in particolare, e quali sono? Sono Wish You Were Here, The Wall e The Dark Side of The Moon. Senza contare i vari singoli venduti isolati, i concerti e moltissime altre fortune discografiche ed economiche.

Tanti soldi…

Ma Nick Mason in fondo ha un animo gentile e a suo modo modesto, nonostante i 250 milioni di album venduti dal gruppo progressive rock. Nick Mason aveva la grandissima fortuna ovviamente legata alla sua bravura di essere un bravissimo musicista, così come lo era Richard Wright e come lo sono Roger Waters e David Gilmour. Al tempo i tempi erano molto diversi da oggi e Nick Mason ha ammesso che gli anni Settanta e Ottanta della band sono stati anni veramente positivi e benedetti. Ecco perché ha detto: “Siamo imbarazzati da quanto siamo ricchi”.

I primi brani della band

I Pink Floyd hanno sempre avuto un successo mostruoso. I primi dischi della band però non hanno avuto il successo discografico che hanno avuto altri dischi. Per questo motivo Nick Mason sta portando avanti una tournée dal vivo in cui ripropone il repertorio dei primissimi Pink Floyd. Si trattano delle canzoni tratte dai primi 4 album della band che potevano vantare, quasi tutti per lo meno, dell’apporto decisamente particolare di Syd Barrett. Nick Mason è stato costretto a interrompere e spostare le date dei suoi concerti a causa dell’epidemia mondiale di Coronavirus ma è pronto a ritornare.

Il nuovo disco di Nick Mason

Incapace di star fermo, il batterista e fondatore dei Pink Floyd ha rilasciato con la sua band, i Saucerful Of Secrets, l’album dal vivo Live At The Roundhouse il quale è entrato in classifica britannica al numero 5. Lui insieme ai vari altri membri dei Pink Floyd (escluso David Gilmour che al tempo non faceva parte del gruppo) erano saliti sul carro del rock psichedelico con la speranza di guadagnare soldi e far musica. Indubbiamente ci riuscirono e anzi scrissero una pagina importantissima della storia della musica rock contemporanea. Dovevano essere un gruppo così “temporaneo” ma non erano una band tale.

Gli esordii più pop che altro

Nick Mason disse: “Ancora non capisco come siamo arrivati ​​a fare un sacco di sperimentazione musicale. All’inizio abbiamo pensato di essere e voler essere R’n’B che sfornava un successo dietro l’altro. È stato anche divertente per un periodo e volevamo essere un gruppo pop. Volevamo incontrare le ragazze, divertirci e diventare famosi. La cosa interessante è che eravamo impopolari. Andavamo a far concerti nel nord del Regno Unito e ci fischiavano e ci odiavano.” Imbarazzati da quanto sono ricchi dopo qualche pomodoro ricevuto…

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.