gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, Nick Mason nomina la tribute band preferita dei Pink Floyd

La vicenda delle tribute band ha sempre riscosso una certa attenzione nel panorama della musica. C’è chi le odia, chi invece le apprezza. Alcuni ritengono che le tribute band non facciano nulla per far evolvere la musica e siano solamente dei doppioni dei grandi artisti. In particolar modo, alcuni si scagliano contro quelle band che copiano esattamente gli artisti, anche fisicamente (vedi le tribute band dei Kiss tutte truccate a tema). Per altri, le tribute band sono utili se modificano un po’ i pezzi e danno un contributo personale ai brani. I Pink Floyd non sono da meno. Il batterista Nick Mason ha nominato la tribute band preferita dei Pink Floyd, non certo una delle band più facili da suonare e cantare.

IL RISPETTO PER LE TRIBUTE BAND

Ci sono persone che studiano attentamente ogni errore che abbia mai fatto e lo ricreano“, ha affermato il batterista. Molte tribute band fanno dei lavori veramente certosini, quasi cattivi, per individuare gli errori delle band. Durante una conversazione con Prog Magazine, il batterista dei Pink Floyd Nick Mason ha fatto una panoramica di tutte le tribute band conosciute dei Pink Floyd stessi. Premettendo che è molto complesso suonare i Pink Floyd dal vivo, per una serie di ragioni praticamente infinite, Nick Mason ha dichiarato di apprezzare tutti i tentativi dei musicisti. Ovviamente non saranno i Pink Floyd, ma poco importa.



LE DICHIARAZIONI DI NICK MASON

Nick ha detto: “Volevo evitare di essere giudicato da quanto fosse buona una versione di ‘Comfortably Numb’. Non volevo andare in questa direzione. Penso che non appena si entra in tutto questo argomento, allora si inizia a pensare: ‘Bene, noi avremo bisogno di un film e questo, quello e l’altro, data la nostra fama. Quello che mi piace davvero è tornare all’idea di improvvisare davvero. Prima di tutto, ci sono persone che studiano attentamente ogni errore che io abbia mai fatto e che lo ricreano. Come le tribute band, che sono molto brave”. Nick Mason è partito più in largo.

LA TRIBUTE BAND DEI PINK FLOYD PREFERITA

Ed ecco che Nick Mason ha dichiarato quale è la sua tribute band preferita. Ha dichiarato: “Anche se il mio preferito è ancora The Australian Pink Floyd, che ha avuto alcune differenze musicali e sono diventati poi i Brit Floyd. Non avrei mai pensato che sarebbero arrivati a questo punto. Fanno un ottimo lavoro, non è che voglio fermarli, ma ho ancora quell’idea piuttosto patetica che la musica rock sia una sorta di opportunità per esprimerti. È questa cosa liberatrice, un po’ rilassante e un po’ selvaggia, un’opportunità per molte nuove idee, quindi per molti versi mi sento più a mio agio quando le persone prendono qualcosa e lo rielaborano“.



TRIBUTE BAND SÌ O NO

Quante sono belle le tribute band allora? Per Nick Mason molto, basta che rielaborino le canzoni con un nuovo assolo, un diverso arrangiamento, magari una linea melodica un po’ diversa. Questo non è non avere rispetto del pezzo ma metterci del proprio su quella bellezza di canzone. Come Another Brick in The Wall.



Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.