Pink Floyd: pubblicato online un video inedito di “Money”

Compare sul sito ufficiale dei Pink Floyd un video; finora inedito, ad accompagnare il successo senza tempo contenuto nel disco del 1973 “Dark Side of The Moon”. La band, utilizzò le clip nel corso del tour del 1994 per “The Division Bell”. Sarà, per cui, presente anche nel box set “The Later Years”; in uscita per “Pink Floyd Records” il 29 novembre.

“Pink Floyd The Later Years” cosa aspettarsi dal cofanetto

Il 29 novembre 2019, la “Pink Floyd Records” pubblicherà un cofanetto composto da cinque CD, sei Blu Ray e cinque DVD; in cui sarà raccolto il materiale composto da David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright dal 1987 in poi. L’opera di quel periodo toccò un picco di oltre 40 milioni di copie vendute. Per un totale di 3 album in studio e 2 dal vivo; rispettivamente “A Momentary Lapse of Reason”, “The Division Bell” e “The Endless River” in studio e “Delicate Sound of Thunder” e “Pulse” dal vivo.

Con più di 13 ore di materiale audiovisivo inedito, inclusi i concerti di Venezia e Knewborth del 1989 e del 1990. “The Later Years” sarà, sicuramente, un cimelio da sfoggiare con orgoglio per i fan della storica band inglese. Grazie alla produzione aggiuntiva di David Gilmour ed Andy Jackson, il cofanetto presenterà al mondo, a partire da “A Momentary Lapse Of Reason”, una versione estesa, nitida e chiara della dura realtà contro la quale la band si scontrò e di come uscirono magistralmente dallo scisma generatosi negli anni precedenti con Roger Waters e come, nonostante gli screzi, la band di David Gilmour abbia saputo rialzarsi e consacrare il proprio nome alla storia.

Le modifiche e le novità del cofanetto

Rielaborando alcune parti di tastiera di Richard Wright e incidendo nuove sezioni di batteria per l’album di apertura del cofanetto, David Gilmour, coadiuvato da Bob Ezrin, ha saputo restituire all’opera l’equilibrio creativo con cui la seconda produzione dei Pink Floyd si è sempre contraddistinta.

Il complesso d’eventi intercorso tra il 1987 e il 1988 produsse; non solo il più elevato numero di live show registrato fino ad allora, ma anche “Delicate Sound of Thunder”. Opera live nella quale la band è al massimo della forma; vista anche la nomination ai Grammy Awards e l’elevato consenso della critica.

L’opera è stata completamente rielaborata, partendo dai negativi originali, per la pubblicazione del cofanetto. il mixing dell’audio in 5.1 e l’aggiunta di “Welcome to The Machine” e “Terminal Frost”, rendono il live registrato al Nassau Coliseum di New York un’esperienza ancor più eclettica.

L’esperienza dal vivo viene approfondita data la presenza dello storico live a Piazza San Marco a Venezia, in cui; la band si esibì su una piattaforma galleggiante e l’importante evento di beneficenza per la costruzione della BRIT School a cui parteciparono, tra gli altri, anche Dire Straits, Phil Collins ed Eric Clapton. Trattasi di materiale fino ad ora inedito, completamente remixato da David Gilmour ed Andy Jackson per l’occasione.

“The Division Bell” del 1994, vendette 12 milioni di copie e rimase in classifica per 4 settimane negli Stati Uniti; debuttando al primo posto anche in Nuova Zelanda, Australia e Regno Unito. Il tour che ne seguì diede vita a “Pulse”; un progetto dal vivo che viene riproposto anche in “The Later Years”, con l’aggiunta di materiale inedito come il filmato delle prove del 20 ottobre 1994 in cui la band esegue “Lost For Words” e “A Great Day For Freedom”.

 

Materiale inedito dall’ultima fase dei Pink Floyd

Chiude il cofanetto “The Endless River”, opera composta nel 2014 a partire da materiale risalente al 1994 che la band ha rivisitato, più una canzone inedita “Louder Than Words”. L’album; completamente strumentale, eccetto per il brano sopracitato, il cui testo è stato scritto da Polly Samson, scrittrice di fama internazionale nonché moglie di David Gilmour, ha debuttato col primo posto in classifica in diversi paesi; in più è stato il più venduto su Amazon UK ed ha raggiunto il numero più alto di vendite in formato vinile mai registrato dal 1997.

“The Endless River” è anche un film dalla durata di 52 minuti commissionato allo storico collaboratore dei Pink Floyd Ian Emes; famoso per le animazioni di “Time” e “One of These Days”.

Grazie all’aiuto di Nick Mason, il cofanetto si conclude con ore di materiale inedito. Tra documentari, performance inedite come quella di “Arnold Layne” del 2007, poster e laminati. Sarà presente, inoltre, un artbook di 60 pagine contenente foto inedite a cura di Aubrey Powell di Hipgnosis e Peter Curzon di StormStudios, mentre i 5 CD saranno raccolti in un libro da 40 pagine a copertina rigida.

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.