gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd: quando Roger Waters inviò uno strano regalo a un giornalista che lo criticò per Meddle

Meddle rappresenta, senza dubbio, uno degli esempi più illustri e particolari di album presente all’interno della discografia dei Pink Floyd; il sesto album in studio realizzato dalla formazione britannica e pubblicato il 31 ottobre del 1971 ha ottenuto un discreto successo, attraverso l’ottenimento di due dischi d’oro in Francia, uno in Germania e in Regno Unito e due dischi di platino negli Stati Uniti, con la vendita di oltre 2 milioni di copie. Non solo, dal momento che in Italia l’album è stato premiato con il disco d’oro per aver venduto più di 25000 copie. Nel voler parlare nella storia del sesto album in studio pubblicato dai Pink Floyd, non possiamo fare a meno che citare uno degli aneddoti più incredibili sul disco stesso. Vi parliamo, nello specifico, di quella che fu la particolare reazione di Roger Waters nei confronti di un critico che troncò l’album e che, per questo motivo, ha ricevuto un regalo piuttosto particolare dal leader dei Pink Floyd.

La storia di Meddle

Prima di prendere in considerazione all’oggetto del nostro articolo vogliamo, in modo del tutto preliminare, indicarvi la storia dell’album che venne registrato a più riprese tra gennaio e agosto del 1971, per poi essere pubblicato il 30 ottobre del 1971 negli Stati Uniti, cui seguirono poi le pubblicazioni in Gran Bretagna e in tutta Europa. Dall’album sono state tratte due canzoni fondamentali all’interno della discografia dei Pink Floyd: parliamo di One of these days, strumentale di grandissimo successo, e della suite Echoes, che rappresenta gran parte del disco ed è presente sull’intero lato B dell’album.

Si tratta di una traccia la cui connotazione artistica e strumentale è di grandissimo rilievo, grazie agli intermezzi presente all’interno del brano e alle sezioni artistiche che sono accompagnate da un testo visionario da parte di Roger Waters. L’album, non a caso, ha ottenuto un grandissimo successo e, ovviamente, un riscontro positivo da parte della critica.

Il regalo particolare di Roger Waters a un suo critico

Se è vero che Meddle ha ricevuto per la gran parte recensioni positive, soprattutto da parte di alcuni portali come il Rolling Stone che l’hanno valutato positivamente, non si può dire che non ci siano state anche recensioni negative per l’album, probabilmente a causa di quella che viene definita come assenza di un’idea di base che caratterizzi l’album. Uno degli articoli più emblematici in merito fu il cosiddetto Pink’s Muddled Meddle, scritto da Michael Watts del Melody Maker e articolo all’interno del quale Il critico musicale si propose di stroncare il nuovo lavoro di Roger Waters e dei Pink Floyd, con appellativi certamente poco positivi e lusinghieri.

Probabilmente la recensione non piacque a Roger Waters, che non ne notò la caratura critica, e allora decise di raggiungere attraverso una particolare regalo di Natale che fece recapitare al giornalista: parliamo di un pungiball, dettato da una particolare scatola di legno che conteneva un guanto da box che, tramite un meccanismo a molla, saltò fuori nel momento in cui il giornalista sollevo il coperchio. Non ci è dato sapere quale fu la reazione dello stesso nel momento in cui ebbe modo di osservare il quantomeno particolare regalo del leader dei Pink Floyd.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.