gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, quella volta che Roger Waters ha chiesto scusa ai Pink Floyd perché…

Roger Waters non è sempre stato un uomo e musicista burbero e antipatico. Sì, forse ha avuto dei modi un po’ particolari e un po’ fermi e sappiamo tutti a cosa ci stiamo riferendo. Il Nostro aveva litigato pesantemente con Nick Mason e David Gilmour quando era con i Pink Floyd. Come saprete, il bassista si era stancato della band e voleva fare tutto da solo, voleva iniziare e proseguire definitivamente con la carriera solista. Per questo motivo aveva iniziato un contenzioso con la band piuttosto impegnativo e cattivo. Ma vediamo quella volta che Roger Waters ha chiesto scusa ai Pink Floyd.

Le dichiarazioni di Nick Mason

Roger Waters si è pentito delle sue azioni legali contro i Pink Floyd. Ecco perché il bassista ha chiesto scusa ai Pink Floyd. Waters nel 1985 aveva accusato David Gilmour, il chitarrista della band, e Nick Mason, il batterista del gruppo, di usare in modo ingiusto il nome “Pink Floyd”. Il batterista aveva ammesso: “Eravamo consapevoli che prima o poi Roger ci avrebbe detto che sarebbe andato per gli affari suoi. Sia io che David Gilmour ci aspettavamo quel momento già da diverso tempo e sapevamo che saremmo comunque andati avanti con le nostre cose […] Diciamo che per certi versi è come quando è morto Stalin, c’è voluto del tempo per recuperare da quella situazione, ci abbiamo messo circa tre o quattro anni”.

La controversia legale vinta da…

Nel dicembre del 1985 Roger Waters aveva ufficialmente deciso di separarsi dalla band che lui stesso aveva fondato. Aveva detto che continuare con quel gruppo, con la sua creatura, era davvero uno spreco di energie, e non aveva senso andare avanti. Ecco quindi partire una battaglia legale a dir poco enorme ed estenuante. La controversia legale alla fine la vinsero i Pink Floyd, ovvero David Gilmour e Nick Mason. Da quel momento loro potevano usare il nome del gruppo con assoluta libertà. Dal canto suo, Waters poteva rivalersi con una piccola percentuale di ogni diritto di sfruttamento economico di qualsiasi cosa fosse relativa alla band.

Il pentimento di Roger Waters

In un’intervista alla BBC Roger Waters ha incredibilmente ammesso di aver fatto un errore decisamente importante e di essersi pentito di aver mollato la band. Considerate che Waters è uno dei fondatori dei Pink Floyd e ciò amplifica il tutto. Ha detto: “È stata una decisione sbagliata, molto sbagliata ma ormai la cosa è andata così. È stata una decisione davvero solo commerciale. Quando andai dagli altri a dire che era finita, loro mi dissero che la cosa non funzionava così. Io non potevo decidere che il marchio Pink Floyd finisse così solo perché ero io ad andarmene. La cosa sarebbe andata avanti comunque”.

E ora?

Ora non sappiamo cosa ne sarà. Molti hanno vociferato dopo queste nuove dichiarazioni di scuse che sarebbero tornati insieme, finalmente, i Pink Floyd. In realtà, non pensiamo proprio che la band tornerà insieme. Ormai i Pink Floyd sono “finiti” ed è giusto che Roger Waters continui da solo. Voi cosa ne pensate? Pensate che Roger Waters sia sincero dopo che ha chiesto scusa ai Pink Floyd?
Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.