gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, Roger Waters accusa: “David Gilmour mi ha eliminato dal sito dei Pink Floyd!”

Roger Waters ha criticato, tanto per cambiare, il suo ex compagno di band dei Pink Floyd, David Gilmour, per averlo bandito dal sito dei Pink Floyd, quello ufficiale, e dagli account sui social media. In un lungo video pubblicato sul suo account Twitter, Waters ha detto: “Circa un anno fa, ho convocato una specie di Camp David per i membri sopravvissuti di Pink Floyd in un hotel vicino all’aeroporto di Londra. Ho proposto tutti i tipi di misure per superare questa terribile crisi tra di noi, in cui ci troviamo noi stessi. Non ha dato i frutti.” In poche parole, il bassista aveva dato il ramoscello d’ulivo al chitarrista, ma non ha dato i suoi frutti.

La cover di “Mother” dei Pink Floyd

Le parole di Waters sono nate dalla frustrazione per la sua uscita il giorno prima di un video su YouTube in cui si esibiva in “Mother” dei Pink Floyd. La cover è stata registrata con i membri della sua band durante il periodo di autoisolamento a causa della quarantena per il Covid-19. Ecco, secondo il bassista, le varie piattaforme e i vari social media dei Pink Floyd lo hanno colpevolmente ignorato, non “pubblicizzandolo” a dovere, nonostante sia un pezzo della band. La clip è arrivata all’incirca sette settimane dopo che Waters aveva annunciato di aver posticipato il tour del 2020 al 2021.

La non pubblicazione sul sito dei Pink Floyd del tour di Waters

Nel suo discorso, Waters ha affermato che “David pensa di possedere [il sito web della band] … perché ho lasciato la band nel 1985, allora pensa che possiede i Pink Floyd. Che solo lui è Pink Floyd. Che io sono irrilevante e dovrei tenere la bocca chiusa. Penso in realtà che sarebbe giusto e corretto che [ogni membro] abbia uguale accesso a tutti voi e condivida i nostri progetti”. Waters ha notato che il suo tour “This is Not a Drill”, che era programmato per iniziare nel 2020 ma è stato ritardato al 2021 a causa della pandemia di Covid-19, non era stato pubblicizzato sul sito web dei Pink Floyd. Neanche le altre pagine dei social media lo avevano pubblicizzato bene.

La voglia di ritornare con i Pink Floyd

Ha aggiunto: “Ci sono stati brontolii e brontolii nei ranghi, mi è stato detto da miei amici che seguono queste cose”. Waters ha deciso quindi di linkare il video di “Mother“, pubblicato il 17 maggio, sottolineando alcune parole importanti. Ha detto: “Il distanziamento sociale è un male necessario nel mondo di Covid. Guardare e registrare “Mother” mi ricorda quanto sia insostituibile la gioia di essere in una band”. Sembra proprio che Roger abbia realmente voglia di ritornare con la band e stia cercando in tutti i modi di voler recuperare i rapporti con David Gilmour.

Il nuovo tour

Nel suo annuncio di rinvio, Waters ha osservato: “Peccato, ma se salva anche solo una vita ne vale la pena”. Waters ha sottolineato, riguardo il suo nuovo tour rimandato di un anno: “Sarà un nuovo spettacolo. Sarà esclusivo. Il mio lavoro è pensare: “Beh, come posso rendere il rock & roll più interessante o teatrale o eccitante o visivo o musicale o altro?” È quello che ho passato negli ultimi 50 anni”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.