gtag('config', 'UA-102787715-1');

Prince: Ecco cosa pensava dei Led Zeppelin

Quando Jimmy Page parlò del concept che aveva in mente quando formò i Led Zeppelin, il leggendario chitarrista descrisse il contrasto sonoro che avrebbe voluto generare in musica, percepibile nelle opere della band. Il chitarrista dei Led Zeppelin volle mischiare Hard Rock e Blues in un mix esplosivo che avrebbe collimato con un’opera acustica altrettanto strabiliante. La discografia dei Led Zeppelin, alla fine, si è composta di riff brillanti ed esercizi di stile straordinari. L’opera della band del Dirigibile alterna tempeste furiose a momenti di quiete.

Nel corso di un’intervista rilasciata nel 1993 per l’editore di Guitar World, Brad Tolinski, Jimmy Page ha descritto l’opera dei Led Zeppelin come un misto di luci e ombre. In particolare, il leggendario chitarrista si è soffermato su Babe I’m Gonna Leave You; traccia presente sull’album di debutto dei Led Zeppelin e che, il chitarrista ha definito come l’esempio lampante del sound di riferimento del gruppo. I Led Zeppelin sono sempre stati una band in costante evoluzione, ciò nonostante hanno sempre saputo preservare uno stile di riferimento capace di incantare platee oceaniche.

Led Zeppelin III, del 1980 si distingue profondamente dal climax più Heavy di Presence del 1976, ad esempio. In questo modo la band seppe evidenziare in maniera magistrale la variegatura del suo sound. Prince è stato un artista altrettanto istrionico e, il suo stile, particolarmente poliedrico, risente chiaramente delle influenze di band come i Led Zeppelin. In quest’articolo riportiamo il pensiero dell’artista sull’iconica band di Whole Lotta Love.

Cosa pensava Prince dei Led Zeppelin?

Prince era reduce da tre anni di silenzio stampa quando rilasciò una preziosa intervista a Rolling Stone. Era il 1988 e, prima di ritirarsi a vita privata, il leggendario artista aveva consegnato al mondo Around The World In A Day; un disco che gli addetti ai lavori definirono psichedelico e di cui Prince era particolarmente fiero. Riguardo al disco, infatti, il musicista disse: “Non credo che quel termine sia un insulto. Quell’album ha riempito di colori una scena appassita da un po’. Dopodiché, Prince ha citato i Led Zeppelin, tessendone le lodi.

In particolare, l’artista ha spiegato: “I Led Zeppelin, ad esempio, sono capaci di suscitare emozioni completamente diverse a seconda della canzone che si ascolta. Molte persone non pensano che i Led Zeppelin siano una band psichedelica, ma questa accezione sarebbe riconducibile facilmente a tracce come Dazed And Confused“. Prince si è soffermato sull’eclettismo di cui i Led Zeppelin sono stati fautori in tracce come Communication Breakdown e Good Times Bad Times, tra le altre. Concludendo il colloquio, Prince ha evidenziato alcune similitudini tra il modus operandi della band ed il suo, spiegando che sia per lui che per gli Zeppelin, l’evoluzione musicale sia la principale costante delle proprie opere.

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)