kurt_cobain_libri

Quali sono stati i libri che hanno influenzato Kurt Cobain?

Il mito che avvolge da sempre Kurt Cobain sembra ormai destinato a non scomparire. Sin dal giorno in cui il cantante dei Nirvana debuttò sulla scena musicale, irrompendo con la sua voce da angelo graffiante e i testi taglienti, le parole del compianto frontman furono sempre state elogiate quali quelle di un genio. Il suo enorme talento per la scrittura, potrebbe avere una fonte che ai giorni nostri è sempre più data per scontata: la letteratura. Cobain infatti aveva un’eclettica lista di libri preferiti, che dimostra quanto il cantante fosse non solo un amante della lettura, ma anche un inguaribile assetato di conoscenza e un uomo di mente aperta.

I libri che hanno ispirato i capolavori di Kurt Cobain

Kurt Cobain amava le parole. E fu questo amore a tenerlo lontano dai soliti testi incentrati sulla filosofia del Sex, Drugs and Rock ‘N’ Roll. Le sue canzoni infatti, oltre al rock, contengono numerose sfumature di temi emozionanti e sovversivi, che non possono che derivare da grandi letture.

Nella mia vita ho letto Il Profumo, di Partick Süskind, almeno dieci volte, e non riesco a smettere. È come se facesse parte di me, non mi lascia mai“, aveva raccontato Kurt Cobain in un’intervista ripresa da faroutmagazine.co.uk. Le preferenze del cantante per i libri però, non erano riservate all’horror, esso era un lettore esperto, che non aveva paura ad esplorare e godersi nuovi generi. Esso amava la poesia, specialmente quella di Charles Bukowsky.

Cobain, durante la sua vita, trovò il tempo anche per immergersi in saggi dallo stampo progressista e pensieri critici, inclusi quelli della controversa Camille Paglia. “Mi piace molto Camille Paglia; è davvero brava a intrattenere, sebbene non sempre mi trovo d’accordo su ciò che scrive“, aveva rivelato Kurt Cobain. Esso aveva anche esposto un suo peculiare punto di vista sulla prominenza del macho nella scena rock ‘n’ roll, e parlando del libro di Valerie Solanas SCUM Manifesto, aveva detto: “Solanas era una militante femminista che, a mio parere, ha avuto delle idee incredibili. Tutti le danno della pazza perché queste idee erano un po’ violente. Il suo libro suggerisce che dovrebbero essere le donne a dominare il mondo, e io mi trovo completamente d’accordo con lei“.

La lista completa dei libri preferiti, e che hanno influenzato Kurt Cobain:

la cantica Inferno de La Divina Commedia, Dante Alighieri

Molloy, Samuel Beckett

La Scimmia sulla Schiena, William S. Burroughs

Pasto Nudo, William S. Burroughs

Checca, William S. Burroughs

Panino al Prosciutto, Charles Bukowsky

Post Office, Charles Bukowsky

Cuori Sgozzati, Katherine Dunn

I Ragazzi della 56esima strada, S. E. Hinton

I Vagabondi del Dharma, Jack Kerouac

Sulla Strada, Jack Kerouac

Provocations: Collected Essays on Art, Feminism, Politics, Sex, and Education, Camille Paglia

Il Giovane Holden, J.D Salinger

Amleto, William Shakespeare

SCUM Manifesto, Valerie Solanas

Il Profumo, Patrick Süskind

Selected Works, Elinor Wylie

 

Share

Rebecca Buzzetti, classe 1996. Diplomata come creatrice d'abbigliamento da donna, studentessa di giornalismo. Da sempre appassionata di musica, in particolare rock, arte, sport (soprattutto hockey), letteratura, disegno e scrittura. Persona estremamente ironica, aspirante giornalista e scrittrice. (rebecca.buzzetti@gmail.com; Instagram: @rebiush)