gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Another One Bites the Dust: ascolta il riff di basso isolato di John Deacon (video)

Uno dei pezzi più celebri dei Queen è sicuramente Another One Bites the Dust, pubblicato il 22 agosto del 1980 ed estratto dall’ottavo album in studio ‘The Game‘. Scritto da John Deacon e caratterizzato da un riff di basso quasi ipnotico, questo brano divenne il singolo di maggior successo del disco e, strano ma vero, Michael Jackson fu uno dei primi a credere nelle potenzialità di questo pezzo e, alla fine, fu proprio lui a convincere i Queen a pubblicarlo come singolo.

La storia di Another One Bites the Dust

Il brano Another One Bites the Dust, come dicevamo, è stato scritto interamente da John Deacon. Il bassista dei Queen oggi come oggi vive nella tranquillità più assoluta e, a differenza dei suoi colleghi Brian May e Roger Taylor, dopo la morte di Freddie Mercury si è ritirato definitivamente dalla scena musica. Il bassista di Oadbly, infatti, dopo anni ed anni di successi e glorie, ha scelto saggiamente di ritirarsi in una più serena e tranquilla vita privata, facendo quasi perdere le sue tracce. Autore di alcuni iconici brani come “I Want to Break Free”, “Your Are My Best Friend”, “One Year Of Love” e naturalmente “Another One Bites the Dust”, Deacon è stato fondamentale per la crescita e l’ascesa dei Queen, ma il suo più grande sogno, a quanto pare, è sempre stato quello di rimanere nell’anonimato, tranquillo e sereno.

Il riff isolato di John Deacon

Un po’ di tempo fa, invece, il bassista dei Queen durante un’intervista per “Ultimate Classic Rock Nights” si è soffermato proprio sull’origine del brano Another One Bites the Dust:

“In pratica ‘Bite the dust’ è una tipica frase dei cowboy e in principio era tutto ciò che avevo scritto, niente di più. Quando poi arrivammo in studio di registrazione, avevo un sacco di testi da proporre che tra l’altro non avevo mai fatto leggere a nessuno perché ero molto imbarazzato. C’era poi un testo e, alla fine di ogni verso, si ripeteva la frase ‘Another One Bites the Dust’. La base che suonammo inizialmente era un po’ più pesante, mentre la versione attuale è più spiritosa e leggera.”

La frase “Bite the dust”, infatti, è un’espressione tipica dei cowboy ed è usata in senso figurato per indicare qualcuno che non ce la fa più o che in generale ha fallito. In pratica è un po’ come il nostro ‘mangiare la polvere‘.

Adesso però, senza ulteriori indugi, non vi resta altro che ascoltare il riff di basso isolato di John Deacon in ‘Another One Bust the Dust’:

 

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)