gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Brian May: “Freddie Mercury era un cantante eccezionale, ma anche un…”

I fan dei Queen e di Freddie Mercury hanno imparato, nel corso della storia della musica, a riconoscere nel leader della band britannica un frontman di valore incredibile, oltre che un cantante di grandissimo livello. Non c’è dubbio che Freddie Mercury godesse non soltanto di una voce di grandissima importanza, ma anche e soprattutto di una prestanza scenica che risulta essere stata sempre in grado di aiutarlo in ogni esibizione dal vivo. Tuttavia, le qualità di Freddie Mercury non si fermano certamente a un discorso prettamente canoro ed estetico, dal momento che Freddie Mercury riusciva ad essere un frontman nel globale, che agiva sotto tutti gli aspetti possibili e che, soprattutto, risultava essere in grado di dettare un’immagine di sé straordinaria. Brian May ha voluto sottolineare quali fossero le qualità di Freddie Mercury all’interno di una sua intervista, nella quale ha spiegato che Freddie Mercury era un cantante eccezionale, ma anche un validissimo chitarrista, come la realizzazione di Crazy Little Thing Called Love dimostrò. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito.

Le dichiarazioni di Brian May su Freddie Mercury e le sue abilità con la chitarra

Sono state dichiarazioni piuttosto dirette quelle che Brian May ha effettuato a proposito di Freddie Mercury, volendo sottolineare le sue abilità chitarristiche che possono essere notate chiaramente all’interno della celebre Crazy Little Thing Called Love, ma non solo. Il chitarrista dei Queen si è espresso nei termini che seguono:

Freddie era molto bravo con la chitarra, molto poco ortodosso, suonava tutte le pennate col plettro verso il basso. Ha persino scritto il riff di ‘Ogre Battle’ (da Queen II del 1974). Io lo suonavo utilizzando il pleto in su e in giù, ma lui la eseguiva pizzicando le corde sempre verso il basso. Immaginate quanto si muoveva velocemente la sua mano destra! Aveva un’energia incredibile con chitarra, svelandola davvero molto bene in quella canzone. Ha suonato la chitarra ritmica su “Crazy Little Thing Called Love”. Avrei sempre voluto suonarla bene come Freddie su quel disco, era dannatamente bravo!

La storia di Crazy Little Thing Called Love

A questo punto, vogliamo considerare la storia di Crazy Little Thing Called Love, brano all’interno del quale Freddie Mercury non canta soltanto ma presta anche il suo contributo attraverso la chitarra. La canzone in questione è divenuto un successo incredibile per i Queen, raggiungendo la testa delle classifiche di numerose nazioni, come l’Australia, gli Stati Uniti e il Canada. Il brano, di soli 2 minuti e 42 secondi, è stato realizzato in circa 10 minuti da Freddie Mercury, che creò gli accordi per se stesso prima di dar vita ad una composizione globale che coinvolgesse anche gli altri membri dei Queen.

L’apporto di Freddie Mercury all’interno del brano è, effettivamente, fondamentale, dal momento che lo stesso non soltanto canta e suona la chitarra, ma partecipa anche ai cori e al battito di mani presente all’interno della canzone, a dimostrazione di un interesse particolarmente elevato per il brano che lo ha portato a performare in più ambiti.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.