gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Brian May: “Sto ancora cercando di guarire dal mio infarto”

Brian May sta continuando il suo recupero psicologico a seguito dell’infarto che ha subito qualche mese fa. Ha infatti affermato: “È una lunga e tortuosa salita”. Come ricorderete, il chitarrista dei Queen aveva subito un serio e violento attacco di cuore all’inizio di questo 2020 così negativo per moltissime persone. Il chitarrista dei Queen ha parlato con precisione del suo continuo recupero da quell’attacco di cuore che lo aveva spaventato a morte. Nel mese di maggio, Brian May aveva ammesso, parlando con i fan su instagram, di essere stato “molto vicino alla morte” quando era stato ricoverato in ospedale. Brian May ha detto ora: “Sto ancora cercando di guarire dal mio infarto”.

La scoperta dell’infarto di Brian May

I medici avevano infatti scoperto che 3 arterie del suo cuore erano congestionate e molto vicino a chiudersi. Il Nostro ha rischiato infatti un ictus molto più serio e ha fatto quindi un piccolissimo infarto, per fortuna non eccessivamente grave nel corso dei mesi. Con una nuova intervista al Times, il chitarrista storico dei Queen si è lasciato andare con più precisione sul problema di salute che aveva avuto a maggio, dicendo che la sua guarigione è ancora lunga e non è così semplice guarire da una cosa del genere. Ha aggiunto: “Ho avuto delle serie complicazioni e dei problemi causati dai farmaci che prendo, una delle quali è stata un problema allo stomaco che mi ha quasi ucciso”.

La ripresa dall’infarto

Brian May ha detto: “L’infarto era un importante segnale di una malattia arteriosa, anche se io non bevo, non fumo, non ho il colesterolo alto e stavo facendo anche esercizio durante il tour. Come è potuto succedere tutto questo? Per fortuna almeno adesso ho un cuore che pompa e funziona decisamente meglio rispetto a prima”. Va precisato che Brian May è riuscito a riprendersi in maniera così rapida e così positiva, nonostante abbia più di 70 anni, grazie alla grandissima mano che ha ricevuto dai fan.

La mano ricevuta dai fan

Ha affermato di essere stato sopraffatto da messaggi molto belli e dolci oltre che essere stato toccato da un insieme di amore e affetto dei fan. Per questo Brian May è riuscito a riprendersi così velocemente e non si aspettava una tale vicinanza dai fan che l’ha chiaramente reso felicissimo. È bello vedere che dopo una lunghissima carriera iniziata dagli Anni Settanta, la gente non si sia dimenticata di Brian May come uomo, oltre che come artista.

La curiosità per i funerali

“Come si può notare ora mi sento bene. La mia casella di posta elettronica e i miei social sono pieni di messaggi bellissimo e non potrò mai e poi mai ringraziarvi tutti individualmente. È tutto così incredibile e bello”. Queste sono le parole del chitarrista dei Queen. Brian May se l’è vista e anche se ora sta cercando di guarire dall’infarto, non si può dire che non avesse paura. Ha detto di pensare spesso ai funerali e vedere chi sarebbe venuto e chi avrebbe parlato per ricordare il celebre chitarrista dei Queen.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.