Queen, che fine ha fatto John Deacon?

Un nuovo documentario sui Queen e sulla nuova formazione con Adam Lambert alla voce sarà presto rilasciato. Nel frattempo il nuovo frontman e leader della leggendaria band britannica si è aperto e lasciato andare in un’intervista. E Roger Taylor ha rivelato che fine abbia fatto John Deacon, già bassista dei Queen dal 1971 al 1997. Dopo lo straordinario successo del biopic su Freddie Mercury e la band – Bohemian Rhapsody – tutti sono tornati di nuovo a parlare dei Queen. Cerchiamo di fare un punto della situazione.

Queen, nuovo tour con Adam Lambert e nuovo documentario

Il mondo sta di nuovo parlando dei Queen. Dopo che il film Boheamian Rhapsody ha sbancato al botteghino, portando sulla cresta dell’onda la vita e la carriera di Freddie Mercury, la band britannica è pronta a tornare in tour. Dietro il microfono, con il gravoso compito di sostituire l’immortale cantante dei Queen, ci sarà Adam Lambert che non potrebbe essere più consapevole della difficoltà del suo ruolo.  Per annunciare e promuovere eventuali nuovi concerti che li vedranno sul palco, i Queen + Adam Lambert hanno concesso varie interviste. L’argomento di discussione è stato anche un futuro documentario chiamato The Show Must Go On: The Queen + Adam Lambert Story. Sembra che dopo il successo globale di Bohemian Rhapsody, la band voglia continuare ad insistere sulla formula vincente del documentario.

La ABC, produttrice del documentario, non ha ancora rivelato una data esatta per il rilascio. Secondo un’anticipazione del Daily Express nel lavoro finale saranno presenti stralci ed estratti di interviste inedite, sia prima che dopo la tragica scomparsa di Freddie Mercury. “A chi importa quando sarò morto? Non certo a me. E no, non voglio andarci in paradiso – aveva dichiarato il compianto frontman dei Queen in un’intervista promozionale – l’inferno è molto meglio. Pensate a quanta gente interessante potrò incontrare laggiù”.

Cosa è successo a John Deacon?

In occasione delle interviste per promuovere la nuova collaborazione con Adam Lambert e il nuovo documentario sui Queen, Roger Taylor si è trovato a parlare dell’ex bassista John Deacon. Il musicista ha militato nella formazione di Freddie Mercury fino al 1997 per poi ritirarsi definitivamente dalla scena musicale e sociale. Deacon non è mai apparso in pubblico per parlare o supportare il biopic Bohemian Rhapsody. Roger Taylor ha infatti dichiarato di non avere con lui un contatto diretto da almeno dieci anni. “Non ho sentito uno squittio da John, nemmeno un singolo grugnito” aveva detto il batterista della rock band.

Stando alle parole dei restanti membri della band britannica, John Deacon è stato sempre informato di ogni sviluppo o piano ma la sua risposta è rimasta il silenzio. “E’ stata una sua scelta. Non ci ha contattati”. Nel documentario di prossima uscita, The Show Must Go On, Taylor ha rivelato che la scomparsa di Freddie Mercury, nel 1991, è stata il motivo principale del ritiro di Deacon dalle scene. “John è impazzito e ha deciso che non voleva più avere a che fare con la musica. E’ stato un periodo strano. La band era finita”.

John Deacon e Freddie Mercury erano molto legati. Il cantante aveva preso il bassista sotto la sua ala protettrice aiutandolo a superare la pressione della notorietà. Amavano il soul, il funk e la musica dance. “John si è arreso dopo che Freddie è morto. Lui e Freddie erano opposti, perché John è così timido ed era il più giovane della band – ha detto il presidente del fan club dei Queen, Jacky Smith – […] Freddie attirava l’attenzione via da lui, e senza Freddie, non penso che John avrebbe potuto affrontarla”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.