gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, fu una donna a ispirare “I Want It All”?

Quale è la storia di “I Want It All”, celebre pezzo dei Queen? Forse molti di voi se la ricorderanno per essere stata la sigla di una celebre compagnia petrolifera diversi anni fa (ve la ricordate la vela?). Questa canzone parla di avere l’ambizione e l’impulso a fare le cose e molti di voi diranno che la canzone è stata sicuramente scritta dal suo frontman, ovvero Freddie Mercury. Invece non è stato proprio così, perché l’autore del pezzo è il chitarrista, Brian May. Andiamo a vedere un po’ la storiella di questa canzoncina.

La nascita da una frase di…

Brian May ha scritto la canzone, che è stata ispirata da sua moglie, Anita Dobson, che era solita dire: “Voglio tutto e lo voglio ora”. Anita Dobson, per la cronaca, è un’attrice televisiva inglese piuttosto famosa in Gran Bretagna anche se in Italia la conoscono veramente in pochi. Per Brian May scrivere un inno così orgoglioso e potente a quel tempo, soprattutto basato su qualcosa che sua moglie Anita aveva detto, fu una dichiarazione di intenti. Ricordiamo che il suo primo matrimonio si era rotto, secondo le fonti, a causa della relazione che il chitarrista stava avendo con Dobson. Ciò gli ha causato molta depressione negli anni che furono e anche in quelli successivi.

Il videoclip e le parole di Brian May

Brian May ha ammesso: «I Want It All ristabilisce la nostra vecchia immagine in un certo senso. È bello tornare con qualcosa di forte. Qualcosa che ricorda alle persone che siamo un gruppo da live. Non penso che siamo una band di singoli. Poco prima di pubblicare il singolo ho iniziato ad ascoltare quello che si sente alla radio ciò che diventa un successo in questi giorni non assomiglia  per niente a quello che facciamo. La gente ricorda solo i successi, ma vedo che abbiamo fatto bene.» Tra le altre cose, il videoclip mostra un Freddie Mercury visivamente diverso, senza i consueti baffi ma con una barba che gli solca tutto il viso.

L’estratto dal disco “The Miracle”

Va considerato anche cheI Want It All fu uno dei primi singoli tratti dal disco The Miracle. Il disco uscì in un periodo piuttosto particolare per i Queen: fu il periodo in cui Mercury rivelò ai suoi compagni di band che stava soffrendo della sindrome dell’AIDS, in quanto aveva contratto l’HIV. C’erano anche altre canzoni da quel disco che parlavano di sofferenza, come “Scandal“. Tornando al pezzo, vediamo che il pezzo ha anche la presenza di Brian May come voce secondaria, insieme alla consueta vocalità di Freddie Mercury.

Le varie versioni del pezzo

Questo è uno dei numerosi singoli dei Queen pubblicati dal 1987 in poi, quando la band aveva smesso di andare in tournée a causa della salute in declino di Mercury. Come tale, questa è una delle tante canzoni che Freddie Mercury non ha mai cantato dal vivo. La canzone è stata però cantata da Roger Daltrey degli Who, che ha eseguito questa canzone al Freddie Mercury Tribute Concert del 1992 accompagnato da Tony Iommi dei Black Sabbath alla chitarra. Il pezzo è stato eseguito anche da Paul Rodgers e Adam Lambert durante i live con i Queen.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.