gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen: il significato della copertina di Innuendo

Innuendo rappresenta uno dei prodotti discografici maggiormente celebri nella carriera dei Queen, oltre che incredibilmente significativo per la band britannica. Il quattordicesimo album in studio dei Queen è stato pubblicato nel 1991, ed è stato l’ultimo lavoro discografico realizzato in collaborazione con il frontman Freddie Mercury. Uno dei tratti distintivi di Innuendo, al di là della storia e delle composizioni presenti all’interno del disco, che è stato votato come il 94esimo miglior album di tutti i tempi secondo un sondaggio della BBC del 2006, è la copertina dell’album, che si ispira alle illustrazioni di Grandville, in particolar modo a un disegno realizzato nel 1844 e che, nella storia della musica, è stato particolarmente influente anche per altri artisti. Ecco qual è la storia e il significato della copertina di Innuendo.

La storia di Innuendo

Pubblicato il 5 febbraio del 1991, Innuendo è un album le cui registrazioni sono iniziate nel marzo del 1989, al termine delle registrazioni dell’album precedente. Freddie Mercury, in effetti, decise di tornare subito in studio per incidere qualche demo e, nei mesi tra aprile e novembre del 1989, la band non ebbe tempo per effettuare nuove registrazioni, essendo impegnata a promuovere The Miracle. Ovviamente, la sieropositività di Freddie Mercury complicò particolarmente l’atteggiamento in sede di registrazione, e le stesse, che erano iniziate piuttosto presto, sono poi progredite in modo molto lento.

La band impiegò gran parte del 1990 per continuare in lavoro, mentre, dal punto di vista televisivo e giornalistico, si moltiplicarono le notizie riguardanti la malattia di Freddie Mercury, opportunamente smentite dallo stesso fino al giorno precedente alla sua morte. Il declino fisico di Freddie Mercury costrinse la band a pubblicare Innuendo solo nel febbraio del 1991, con un riflesso particolarmente emblematico presente all’interno del disco, il cui tema principale è il terrore relativo al possibile arrivo della morte imminente, che si riflette intesti cupi come The Show Must Go On, erroneamente considerata come il testamento spirituale di Freddie Mercury ma, in realtà, scritta da Brian May e accreditata all’intera band. Quanto alla traccia che dà il nome all’album, Innuendo, essa è stata considerata come la Bohemian Rhapsody degli anni 90, sia per lunghezza della canzone, sia per struttura concentrica e continuamente variabile, che caratterizza ò’analogia principale con il capolavoro che la band ha realizzato per l’album A Night at the Opera.

La copertina di Innuendo

La copertina di Innuendo è stata realizzata sulla base di un’illustrazione del 1844 di Jean Ignàc Geràrd, noto con lo pseudonimo di Grandville; l’illustratore, designer e caricaturista francese del XIX secolo è stato fonte principale di ispirazione per numerosi artisti, tanto che la stessa illustrazione utilizzata dai Queen per Innuendo è stata, successivamente, propria dell’utilizzo dei Luna Sea, che hanno utilizzato la copertina per il loro album omonimo del 1976. L’illustrazione in questione è stata tratta da l’Autre Monde, che caratterizza una delle opere principali dell’artista francese.

Il significato della stessa è spiegato, in una serie di termini, dallo stesso Grandville: Transformations, visions, incarnations, ascensions, locomotions, explorations, pérégrinations, excursions, stations, cosmogonies, fantasmagories, rêveries, folâtreries, facéties, lubies, métamorphoses, zoomorphoses, lithomorphoses, métempsycoses, apothéoses et autres choses

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.