21 January, 2021, 15:47

Queen: La storia della festa più selvaggia di Freddie Mercury

I Queen hanno scolpito il proprio nome nell’eternità a partire dai loro straordinari esordi. La mitica band di Freddie Mercury rimarrà per sempre impressa nel cuore e nella mente di milioni di appassionati in tutto il mondo per le loro attitudini innate, la tecnica sbaragliante dimostrata sul palco come in studio ed il profondissimo carisma che li caratterizzava. Quella dei Queen fu una macchina inarrestabile dagli ingranaggi perfetti. Con la loro opera hanno completamente rivoluzionato i paradigmi musicali contemporanei, dimostrandosi come una vera e propria forza della natura. Il carattere unico dei membri dei Queen e, soprattutto, del compianto Freddie Mercury aveva modo di riversarsi sulle loro vite anche a riflettori spenti. I Queen misero in sesto alcuni Party a dir poco memorabili, ma la festa più selvaggia nella storia della musica fu quella organizzata da Freddie Mercury per il rilascio di Jazz.

La festa più selvaggia organizzata da Freddie Mercury

Eccesso e dissolutezza dominavano la vita delle più grandi Rock Star. Anche i Queen non furono da meno. Freddie Mercury aveva dalla sua una personalità esplosiva. Sapeva essere un vero performer dentro e fuori dal palco e, nel 1978, organizzò un evento di proporzioni epiche presso il Fairmont Hotel di New Orleans. Era il giorno di Halloween. Le atmosfere tessute dagli addobbi della festa erano abbastanza inquietanti. Bob Hart, invitato d’eccezione dell’etichetta discografica EMI, dichiarò che il party fosse a tema stregoneria.

Nel libro “Rock Bottom: Dark Moments in Music Babylon”, Pamela Des Barres ricorda i particolari della festa più selvaggia mai organizzata dai Queen di Freddie Mercury. Il party includeva travestiti, spogliarelliste, personaggi dall’aura piuttosto singolare e, addirittura, incantatori di serpenti. Tra camerieri nudi e modelle senza veli che lottavano tra di loro, Freddie Mercury saldò un conto che, si vocifera, sia da record.

La cifra sborsata dall’esuberante cantante in quell’occasione, infatti, avrebbe toccato un tetto di ben 200.000 Dollari. Freddie Mercury amava rendere felici le persone e, per questo, non badava a spese. Fiumi di droghe e champagne dei migliori colarono in quella notte che, persino le Rock Star più edoniste ricordano con grande sorpresa.  Attorno a quella festa, per la quale Freddie aveva fatto allestire anche un privé intimo, girano alcune delle leggende più tremende che abbiano mai attanagliato il buon nome dei Queen. La festa organizzata per la promozione di Jazz da Freddie Mercury fa parte di una delle pagine più dissolute e misteriose nel grande libro della storia del Rock.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)