gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen: Michael Jackson è il segreto del successo di una hit della band

Vicinissima ai quarant’anni, Another One Bites The Dust è un classico senza tempo dei Queen, firmato dal basso di John Deacon. La cosa più inaspettata del successo di Another One Bites The Dust è il fatto che, questo, sia stato in gran parte dovuto da un consiglio molto importante che Michael Jackson diede ai membri dei Queen. Come detto, Another One Bites the Dust è uno dei brani più evocativi nell’intera discografia della formidabile band di Freddie Mercury. In particolare, la traccia è inclusa nel disco del 1980, The Game. Fu lo stesso Mercury, grande amico di Michael Jackson, ad accreditare parte del successo del brano al Re del Pop.

Recentemente, sul profilo Instagram ufficiale dei Queen, è stato osservato un meraviglioso tributo al brano, in occasione del quarantesimo anniversario dalla sua uscita. In particolare, è stata pubblicata la copertina originale del singolo, che ritrae Freddie mentre salta indossando una T-Shirt di Flash, per il quale ricordiamo che la band scrisse la colonna sonora. In didascalia al post, si legge: “40 anni di Another One Bites The Dust! Possibile che sia la linea di basso più famosa di sempre?”. La Hit irruppe al primo posto della classifica statunitense Billboard Hot 100, rimanendo in vetta per ben tre settimane. Another One Bites The Dust è il singolo dei Queen più venduto nella storia del gruppo.

Il prezioso consiglio di Michael Jackson per il successo dei Queen

Nell’ormai lontano 1996, John Deacon rivelò alcuni particolari riguardo il processo creativo che lo portò a dare alla luce, insieme ai Queen, al grande successo di Another One Bites The Dust. “Quando andavo a scuola, ascoltavo moltissima musica Soul – ha esordito il bassista – Questo genere di musica mi ha sempre intrigato. Avevo intenzione di scrivere un pezzo come Another One Bites The Dust da molto tempo; ma all’inizio tutto ciò che avevo era la linea di basso. Ho costruito la traccia gradualmente, apprendendo dalle idee degli altri ragazzi nella band”.

Successivamente, il bassista dei Queen ha rivelato che, nonostante fosse consapevole della natura travolgente del brano, non avrebbe mai immaginato che potesse riscuotere il successo che ha avuto. “Sapevo che Another One Bites The Dust fosse un pezzo dance, ma non credevo avrebbe assunto proporzioni così mastodontiche – ha detto – Il brano venne estratto come singolo dal nostro album e alcune Black Radio americane cominciarono a passarlo giornalmente, non ci era mai successo. Fu Michael Jackson a suggerirci di proporlo come singolo, era un grande dei Queen fan, veniva anche ai nostri show”. Fu proprio Freddie Mercury a rivelare per primo che; buona parte del successo di Another One Bites The Dust, fosse stato merito dei preziosi suggerimenti che Michael Jackson diede ai Queen;in un’epoca in cui la Disco era in vetta alle classifiche di tutto il mondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)