gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, quella volta che la band di Freddie Mercury “lanciò” i Sex Pistols

Siamo sicuri che questa particolare storia non la sapevate e siamo certi che vi stiamo raccontando una cosa veramente pazza e sorprendente. Vi narriamo di quella volta che la band di Freddie Mercury “lanciò” i Sex Pistols. Stiamo proprio parlando dei Queen che diedero il LA al successo di pubblico del gruppo di Johnny Rotten Lydon e di Sid Vicious. Vi sembrerà strano, e di fatto lo è, che i Queen avessero lanciato un gruppo come i Sex Pistols, simboli del punk inglese e da sempre contro il potere. Ironizzandoci un po’ sopra, la canzone God Save The Queen dei Sex Pistols si sposa in un modo veramente bizzarro (o divorzia?) con i Queen. Ma torniamo alla nostra storia.

Il successo di Top of The Pops

Ecco cosa successe quando i Sex Pistols debuttarono in Top of The Pops con “Pretty Vacant” nel 1977. Fu un momento spartiacque per il punk e i Sex Pistols avevano finalmente ottenuto il loro meritato posto nel programma Top of the Pops. Per quelli più giovani che non lo conoscessero, si tratta di un programma andato in onda per oltre 40 anni nelle televisioni britanniche e poi di tutto il mondo (anche in Italia). Chi aveva la fortuna di esibirsi e cantare, sempre e rigorosamente in playback, in questo programma poteva giovare di una pubblicità piuttosto importante. Fu quello che successe con i Sex Pistols.

Le difficoltà della Gran Bretagna e il punk

L’anno 1977 fu un periodo particolare per la Gran Bretagna. Il paese stava lottando per continuare il boom economico degli anni Sessanta. Londra era considerata anni addietro come il centro culturale del mondo mentre ora sembrava un paese relativamente debole, sia dal punto di vista finanziario che da quello morale e culturale. Se c’era una band decisa a far svegliare la Gran Bretagna dal suo letargo, erano i Sex Pistols. Era di fatto una band nata dalla scena punk di Londra, forgiata nel West End di Londra e influenzata dall’artista Malcolm McLaren e dalla figura di Vivienne Westwood. Da lì nacque l’etica e l’estetica punk con tessuti strappati e spille.

I Sex Pistols presero il posto dei Queen

Nell’estate del ’77, i Sex Pistols avevano lasciato un segno indelebile nella società britannica. La loro canzone “God Save The Queen” urlava il loro disperato bisogno di rivoluzione e il loro bisogno di essere ascoltati. Così come Pretty Vacant, singolo che la band di Freddie Mercury “lanciò” in quanto nel 1977 dovevano essere i Queen a esibirsi a Top of The Pops. C’era però un problema, in quanto Freddie Mercury aveva finalmente accettato di andare dal dentista dopo anni d’assenza a causa di un forte mal di denti. I Queen rifiutarono quindi ed ecco subentrare i Sex Pistols.

Finalmente i Sex Pistols

Johnny Rotten ammise riguardo il pezzo “Pretty Vacant”: “C’è ironia in quella canzone perché non eravamo molto carini ed eravamo tutt’altro che vacanti”. Quella fu un’occasione importante per la band, un momento in cui sono riusciti a sfondare i muri messi davanti a loro dal perbenismo e consolidare la loro fama. Fu ancora più importante per i giovani della Gran Bretagna aver finalmente trovato la band che li avrebbe risvegliati.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.