gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, quella volta che Zucchero avrebbe dovuto sostituire Freddie Mercury

Non si tratta di un clickbait, ma di una vera notizia. A dire il vero, è un’indiscrezione che risale a diversi anni fa. Andiamo a vedere e a leggere quella volta che Zucchero avrebbe dovuto sostituire Freddie Mercury. Ovviamente non abbiamo mai visto Zucchero, aka Adelmo Fornaciari (questo il suo vero nome) cantare con i Queen, se non a qualche evento benefico. Andando un po’ a ritroso, verso la metà degli anni Duemila, i Queen volevano tornare in studio e in live per fare un disco e per una serie di concerti. Ma Freddie Mercury era morto nel 1991, il 24 novembre. Chi poteva sostituirlo?

I rumors sul nuovo cantante dei Queen

A prendere il posto di Mercury molti erano stati i nomi che si erano avvicendati tra i vari rumors. C’era Robbie Williams il quale aveva cantato una cover di We Will Rock You nella colonna sonora del film “Il Destino di un Cavaliere”. Si fece poi il nome di AdelmoSugarFornaciari, ben prima della venuta di Paul Rodgers. Molti storsero il naso a causa della vocalità di Zucchero, molto più vicina al blues che al rock. In effetti, vocalmente Zucchero non c’entrava nulla con i Queen ma il chitarrista della band britannica Brian May stravedeva per lui. Fu lui stesso a chiamare Adelmo Fornaciari e provalo a convincerlo. Nulla di fatto.

La voce perfetta era George Michael?

Poi c’era anche George Michael, il quale rifiutò subito categoricamente secondo le fonti. L’ex voce e penna degli Wham! non si sentiva pronto a prendere il posto di Freddie Mercury, sia per le ripetute differenze artistiche, sia perché, dal punto di vista personale, George Michael era in una situazione piuttosto complessa. Molti però affermarono, soprattutto i fan, che la vocalità di George Michael sarebbe stata perfetta (come dimenticare il suo tributo alla fantastica Somebody To Love cantata al Freddie Mercury Tribute Concert). Ma questo piccolo sogno non si avverò mai e George Michael continuò con la sua carriera solista.

Il rifiuto di Zucchero

Zucchero decise di declinare l’invito, così bello in effetti, di Brian May. Affermò di essere davvero onorato dalla richiesta ma non voleva abbandonare la propria carriera solista. Non si sentiva in grado di essere in competizione con Freddie Mercury. Zucchero avrebbe dovuto sostituire Freddie Mercury solamente nella mente di Brian May in quanto il bluesman italiano aveva il carisma che molti altre voci non avevano per nulla. Brian May scelse poi Paul Rodgers, ex cantante dei Free e Bad Company. Il chitarrista disse: “Non era in programma un disco, come del resto non lo era il tour che abbiamo stato fatto nel 2005, ma tutto è avvenuto in maniera molto spontanea [,,,]. L’interazione con Roger e Paul è simile a quella che i Queen avevano quando c’era Freddie”.

Brian May e l’affetto per Zucchero

Pare che Brian May avesse detto a Zucchero: “Ciao, sono Brian, avremmo voglia di ripartire con i Queen, che ne diresti di diventare il nostro cantante?”. Brian May era stato stregato da Zucchero e dalla sua interpretazione nel 1992 con i Queen in Las Palabras De Amor, pezzo di Freddie Mercury. Eppure Zucchero rifiutò sempre. Piccola curiosità: la figlia di Zucchero Irene Fornaciari, anch’essa cantante, aveva cantato a Sanremo 2012, nella serata della cover, Uno dei Tanti, pezzo scritto da Mogol per Joe Sentieri. Indovinate chi la accompagnò? Brian May.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.