gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Roger Taylor: “Ecco cosa succederebbe alla band se Freddie Mercury fosse ancora vivo”

Roger Taylor ha detto: “Ecco cosa succederebbe alla band se Freddie Mercury fosse ancora vivo”. Ma cosa avrà mai voluto dire? È ovvio che con i se e con i ma la storia non si fa (abbiamo anche fatto la rima, pensate che bravi che siamo). A volte però è bello fantasticare e ritornare, in qualche modo, dei bambini per pensare a come potrebbero essere certe cose e certe esperienze al giorno d’oggi. Freddie Mercury è morto ormai da 30 anni, nel 1991, e la sua mancanza nel mondo del rock si sente sempre, anche dopo tutto questo tempo. Andiamo allora a vedere le parole di Roger Taylor, il famoso batterista dei Queen.

L’intervista radiofonico con Roger Taylor

Roger Taylor ha detto che, secondo lui, i Queen avrebbero continuato ancora per tantissimo tempo a fare musica se Freddie Mercury fosse ancora vivo. Il batterista è stato intervistato dall’emittente radiofonica BBC Radio 6 Music e ha detto: “Io e Freddie eravamo molto amici… lui era il mio amico più caro ed eravamo molto, molto vicini. Ci siamo sempre voluti bene e abbiamo letteralmente vissuto l’un l’altro nelle tasche e nei vestiti a volte! Credo che avremmo continuato a fare delle cose insieme perché è stata un’ottima collaborazione. Non so se John Deacon lo avrebbe permesso .. ovviamente John non era abbastanza mentalmente tranquillo, gli altri invece lo erano”.

La nuova canzone solista di Roger Taylor

Il batterista ha affermato: “Mi piacerebbe pensare che avremmo fatto ancora cose insieme, qualunque cosa esse fossero. Penso che io e Brian May con Adam Lambert abbiamo adorato fare questi tour, vogliamo solo migliorare sempre di più, e se possiamo ancora farlo, lo faremo ancora.” Taylor ha anche parlato dell’ispirazione alla base del suo nuovo singolo da solista Isolation, dicendo di aver scritto la traccia nel suo capanno da giardino in Cornovaglia, che chiama la sua “stanza da giardino”. Ha detto: “C’è una certa frustrazione nel non sapere davvero cosa succederà. C’è stata una frustrazione e una leggera ansia dietro tutto questo, quindi ho pensato di scrivere una canzone su come riempire la giornata – la routine in isolamento. È qualcosa a cui non siamo abituati. È uno specchio diretto di come mi sentivo in quel momento”.

Il pezzo di Roger Taylor

Se siete curiosi di sentire la traccia solista di Roger Taylor Isolation basta che clicchiate qui. Ovviamente non si tratta della prima canzone solista mai fatta dal batterista dei Queen, dato che ha avuto anche lui una carriera solista. Aveva esordito nel 1977 con una cover di una canzone dei the Parliaments, I Wanna Testify,  Il primo album solista di Taylor intitolato Fun in Space era uscito nel 1981 e il batterista aveva cantato in tutte le canzoni e suona tutti gli strumenti, ad eccezione delle tastiere.

La rabbia per il tour rinviato

Per quanto riguarda il rinvio del tour in Gran Bretagna ed European Rhapsody, Taylor ha detto che May e Adam Lambert erano “veramente delusi” del rinvio del tour. Ha poi aggiunto: “Adoro essere in tournée con Brian e io lo adoro, è quello che facciamo, è quello per cui siamo davvero bravi. Sono enormemente orgoglioso della nostra band. Essere in una band era tutto ciò che ho sempre desiderato. Nessuno si aspettava che durasse così tanto, siamo così fortunati di aver saltato generazioni e molto felici di far parte della storia della musica”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.