gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Bob Dylan fece nascere i Judas Priest

Bob Dylan rappresenta, senza alcun dubbio, una delle identità musicali e artistiche più importanti ed emblematiche che si siano mai distinte nell’ambito della storia della musica. La sua importanza non è misurabile soltanto in virtù dei successi ottenuti e delle vendite e certificazioni conseguite, ma anche e soprattutto grazie alle influenze che lo stesso cantautore statunitense è stato in grado di avere per numerose band e formazioni artistiche, nonché per artisti che si sono ispirati allo stesso cantautore per la realizzazione di testi o semplicemente per un’ideologia vero e proprio. A tal proposito, vogliamo parlarvi di quella volta che Bob Dylan fu in grado di far nascere, attraverso una sua canzone, i Judas Priest, una delle band più importanti che si siano distinte nell’ambito del metal britannico.

ll nome Judas Priest e l’ispirazione a Bob Dylan

Al fine di considerare l’oggetto del nostro articolo, vogliamo spiegare perché i Judas Priest hanno scelto proprio questo nome, a seguito della fondazione avvenuta nel 1969. Il nome della band deriva da una canzone di Bob Dylan, chiamata The ballad of Frankie Lee and Judas Priest si tratta di un ispirazione particolarmente importante per la band Metal, per quanto il genere musicale dalla stessa affrontato sia completamente differente rispetto a quello portato avanti, con grandissimo pregio, da Bob Dylan nell’ambito della sua carriera.

La formazione in questione, in effetti, ha sempre considerato Bob Dylan come uno dei suoi baluardi artistici, nonché come uno dei pilastri del suo ascolto e della sua formazione. Per questo motivo, e nome non è affatto casuale, e non deriva soltanto da un motivo prettamente estetico.

I primi successi dei Judas Priest e l’esordio discografico

A seguito della nascita dei Judas Priest e, soprattutto, considerato il motivo per cui la band si chiami così, a questo punto possiamo considerare anche quali sono stati i primi successi della band e l’esordio artistico della stessa. In un primo momento, la band iniziò a suonare in vari locali inglesi, prima dell’ingresso nella formazione di Rob Halford, nel 1973, che i diete certamente una svolta dal punto di vista prettamente strutturale e artistico. In un anno, la band fu in grado di firmare un contratto con la Gull Records, pubblicando il primo album in studio Rocka Rolla, che non ottenne un grande successo soprattutto dal punto di vista della critica e del pubblico, date le influenze Hard Rock che lasceranno soltanto presagire un’evoluzione delle sonorità artistiche da parte della band.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.