gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Brian May pagò Jimi Hendrix per suonare

La storia della musica è fatta di concerti, sale di registrazione, eventi rocamboleschi e incontri. Per apprezzarla in ogni modo, vi racconteremo di quella volta che Brian May, chitarrista dei Queen, pagò Jimi Hendrix per esibirsi nella sua università, era il 1967.

Il racconti di quella volta che Brian May incontrò Jimi Hendrix

Lo stesso Brian May ha parlato di quella esperienza. Egli faceva parte dell’enterteiment committe dell’Imperial College, che riuscì a prenotare Jimi Hendrix per farlo esibire. Oltre al chitarrista riuscirono a chiamare anche diversi gruppi interessanti come i Steamhammer, i Spooky Tooth o gli America. L’evento era organizzato in una enorme sala, in cui i gruppi avrebbero suonato contemporaneamente, ognuno posizionato in un angolo della stanza. “Pagammo Jimi mille sterline, e c’erano mille persone in quella sala. I biglietti costavano più di una sterlina, dunque riuscimmo a guadagnare.” ha dichiarato May in merito.

Ci avvicinammo per ascoltarlo, anche se non avremmo dovuto essere così vicini, ma era troppo bello vederlo suonare. Iniziò muovendo le dita molto, molto lentamente sul manico. Jimi semplicemente rideva e aveva una particolare luce negli occhi. All’improvviso le note erano a tutto volume, ed eravamo già immersi nel suo riff.” ha detto il chitarrista dei Queen, “Ricordo però, che mi sentii sopraffatto. Sapevo suonare la chitarra al tempo, ma quando vedevi Hendrix suonare, avevi davvero la sensazione di mollare tutto, oppure di provare a spingerti più in là. Eppure io guardavo la sua attrezzatura, e guardavo lui. Mi dicevo che in fondo era solo un uomo, con la sua chitarra. Ma quando iniziò a suonare, si trasformò in un terremoto di suoni. Ne fui sopraffatto davvero. Sembrava magico.

In quella stessa notte, Brian May suonò insieme ad altri ragazzi Purple Haze, come tributo a Hendrix. Si narra che Jimi si sia fermato fuori dal locale, per ascoltare i ragazzi, e che poi se ne sia andato senza dire nulla. “Non ne avevo idea” ha commentato il chitarrista dei Queen.

Il ’67 di Jimi Hendrix

Il 1967 fu l’anno della consacrazione per il chitarrista Jimi Hendrix e il suo gruppo – The Jimi Hendrix Experience. In quell’anno uscì l’album Are You Experienced?, che ebbe un’ottima risposta al livello di vendite nell’intero continente. Il gruppo arrivò a farsi conoscere anche negli USA, dove venne invitata da Paul McCartney alla storica edizione del Monterey International Pop Festival tenutasi il 16, 17 e 18 giugno dello stesso anno.

Da quel momento, iniziò una rapida ascesa per Hendrix, che vide arrivarsi tante richieste per esibirsi, da tutte le parti del mondo. Il tour si rivelò uno dei migliori della sua carriera musicale, ma ebbe un brusco stop il 4 gennaio 1968, quando il chitarrista e cantante venne arrestato a Stoccolma dopo aver devastato una stanza d’albergo in preda ai fumi dell’alcool.

 

Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.