gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Elton John fu ad un passo dalla morte

La vita e i trascorsi di Elton John sono stati perfettamente raccontati all’interno del biopic Rocketman, che ha ottenuto un grandissimo successo, anche se minore rispetto a quello dell’epopea che si è creata intorno a Bohemian Rhapsody. Tuttavia, un fattor comune tipico dei biopic è quello di non poter raccontare, per fini cinematografici, tutto nei minimi dettagli: nel caso di Elton John, grazie all’autobiografia Me di cui si è avuta un’anticipazione importante grazie al Daily Mail, è stato possibile scoprire di quella volta che Elton John fu ad un passo dalla morte. 

Il cancro alla prostata e l’intervento di Elton John

La decisione, da parte di Elton John, di subire un intervento chirurgico a seguito del suo cancro alla prostata è stata – a posteriori – sbagliata, perchè è stata la causa principale che ha portato lo stesso cantante di Rocketman a rischiare la sua vita. 

Il britannico aveva deciso di non sottoporsi ad un ciclo di chemioterapia, per evitare di essere un pendolare tra casa e ospedale, e aveva optato per un intervento chirurgico che lo portasse alla rimozione della prostata. La scelta fu giusta e supportata dai medici, e l’intervento si svolse nel migliore dei modi. Purtroppo, però, ci furono delle complicazioni a seguito dell’intervento.

L’infezione di Elton John e il rischio di morte

In effetti, dopo la rimozione della prostata, Elton John soffrì di un’infezione che – come raccontato all’interno della sua autobiografia Me – lo portò a 24 ore dalla morte. In merito alla vicenda, lo stesso Elton John ha dichiarato: “Sono stato incredibilmente fortunato, anche se, devo dire, non mi sentivo tremendamente fortunato in quel momento. Rimasi sveglio tutta la notte, chiedendomi se sarei morto. In ospedale, da solo nel cuore della notte, ho pregato: per favore non farmi morire, per favore fammi vedere di nuovo i miei figli, per favore dammi ancora un po’ di tempo”.

Il rischio non fu assolutamente calcolato, e l’ospedale all’interno del quale Elton John si sottopose all’intervento non aveva le attrezzature adeguate per contrastare quell’infezione che avrebbe potuto portarlo alla morte: “I medici dissero a David che ero a 24 ore dalla morte. Se il tour sudamericano fosse andato avanti solo per un altro giorno, sarebbe stato così. Dopo 11 giorni in ospedale, il padre di due figli è stato autorizzato a tornare casa e poi ha trascorso sette settimane a riprendersi, imparando a camminare di nuovo.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.