gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che iniziò a crescere marijuana dopo un concerto dei Who ad Anaheim

La storia del rock e della musica in generale sottolinea come diverse band siano, indissolubilmente, legate anche al consumo di droga e di alcool, come cronache, narrazioni e leggende hanno sempre dimostrato. Parliamo di formazioni che hanno fatto la storia, o di artisti che si sono distinti non soltanto per il loro incredibile talento, ma anche per tutti quegli eccessi che hanno caratterizzato gran parte della loro carriera. Ciò, molto spesso, non si verifica soltanto tra gli artisti di una formazione ma anche tra i fan della stessa, e uno dei luoghi in cui particolarmente si fa consumo di droghe è proprio durante un concerto rock, come diverse cronache e racconti hanno spesso dimostrato nell’ambito della storia della musica. Uno dei racconti più particolari in tal senso è quello che vede protagonisti i Who, che a seguito di un concerto tenutosi nel Angel Stadium di Anaheim, nel 21 marzo del 1976, si resero protagonisti, anche se indirettamente, di una particolare crescita di marijuana che si verificò qualche giorno dopo l’avvenuto concerto. Vogliamo raccontarvi questa storia all’interno di questo articolo.

Il successo dei concerti dei Who

Al di là della narrazione che successivamente vi faremo, e relativa al concerto dei Who che ha portato alla crescita insolita di marijuana a seguito del concerto stesso, vale la pena sottolineare il fatto che la formazione britannica ha sempre dato vita a concerti di grandissimo livello, e che per questo motivo hanno ottenuto un successo molto ben riconosciuto da parte di fan e critica. In particolar modo, negli anni d’oro della formazione, che vanno dal 1970 al 1978, la formazione si è spesso è resa protagonista di concerti che hanno ottenuto un grandissimo ritorno di pubblico e un successo assolutamente meritato da parte della band stessa, che si è spesso ritrovata in uno stato di forma meraviglioso e in una dinamica di apprezzamento globale da parte dei fan. Eppure, In diverse occasioni non sono mancati scontri, eventi tragici e atti che meritano di essere raccontati.

Il concerto dei Who ad Anaheim e la marijuana cresciuta qualche giorno dopo

A proposito di eventi particolari che si sono verificati durante un concerto dei Who, vogliamo parlarvi di quella volta che un concerto della formazione stessa provocò la crescita insolita di 500 piante di marijuana, che iniziarono a crescere qualche giorno successivo il concerto stesso. Gli spettatori presenti furono oltre 55 mila, nonostante il numero in questione dovesse essere quello di coloro che avevano pagato regolarmente il biglietto. Il concerto, però, riuscì ad attrarre spettatori che, pur non avendo pagato il biglietto, riuscirono comunque ad assistere al concerto della formazione stessa, senza che si potesse fare qualcosa di concreto per fermare una così tanto copiosa massa di persone che decisero di osservare il concerto.

Una possibile ricostruzione porta a pensare che, fumando durante il concerto, molti spettatori lasciarono cadere, non si sa se intenzionalmente o meno, semi di cannabis nel terreno, che molto presto diedero vita alla nascita di oltre 500 piante di marijuana che furono ritrovate da quei giardinieri che si occuparono della manutenzione dello stadio all’interno del quale era avvenuto il concerto. Per quanto la situazione risultasse essere grottesca, il sindaco della città riuscì a trovare il lato divertente della situazione, identificando come quel momento storico nello specifico rappresentasse il punto di massima economia per uno stadio che non soltanto aveva accolto concerti di grandissimo livello, ma anche una coltivazione che sicuramente aveva un certo valore economico. Insomma, non si può dire che i Who e i loro fan non lasciarono il segno in una tranquilla serata del 1976.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.