gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Keith Richards attaccò i Beatles

Tra i numerosi dualismi della storia della musica rock, quello tra i Beatles e i Rolling Stones è senz’altro tra i più noti e duraturi. Negli anni ’60, le due band si sono sfidate a suon di successi planetari e la rivalità, a quanto pare, non era solo mediatica. Lo dimostra un’intervista rilasciata in tempi recenti dal chitarrista degli Stones, Keith Richards, che non ha lesinato critiche nei confronti di uno dei dischi più noti e venduti dei Fab Four.

Cosa ha detto Keith Richards su un album dei Beatles

Keith Richards si sta occupando del lancio di un nuovo album solista oltre vent’anni dopo quello precedente. Crosseyed Heart è un ritorno in grande stile e il musicista ha intenzione di pubblicizzarlo come solo lui sa fare. Come? Parlando dei rivali di sempre della propria band in un modo per nulla banale. Lo ha fatto in occasione di un’intervista rilasciata al mensile statunitense Esquire.

Keith si è scagliato addirittura contro Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band, considerato a livello universale come un autentico capolavoro dei Beatles“Alcuni pensano che sia un disco geniale, ma io lo considero come un guazzabuglio di immondizia”, così esordisce senza mezzi termini il chitarrista. Richards ha scelto di utilizzare un’espressione ad effetto per ricordare quanto non abbia mai particolarmente gradito la svolta psichedelica della band di Liverpool, preferendola agli inizi della sua carriera.

Rolling Stones e Beatles, una rivalità all’insegna del marketing

La rivalità tra BeatlesRolling Stones è leggendaria, anche se alimentata da sempre da una stampa intenzionata a mettere contro le due realtà. Infatti, i membri dei due complessi erano abituati ad incontrarsi con una certa frequenza. “Ci sentivamo spesso per telefono e ci accordavamo sull’uscita dei nostri dischi”, afferma Richards nel libro According to The Rolling Stones“Se i Beatles lanciavano un nuovo singolo, noi rinviavamo il nostro di due settimane e viceversa”.

Secondo quanto affermato dal tabloid inglese Daily Mail, molto probabilmente Richards non sopportava il successo di quel disco, riuscito a vendere più di 30 milioni di copie in tutto il mondo e a restare per mesi in vetta alle classifiche. Al contempo, gli Stones avevano pubblicato un disco sperimentale, Their Satanic Majesties Request, che non ottenne i successi auspicati.

Le frecciatine ironiche tra le due band non sono mancate neanche in passato. Infatti, Paul McCartney disse che Mick Jagger e il suo complesso avevano ottenuto consensi così straordinari proprio per la loro capacità di imitare i Beatles“I Beatles vanno in America? L’hanno dopo lo fanno anche gli Stones. Abbiamo scritto I Wanna Be Your Man, il loro primo singolo. Inoltre, sono diventati psichedelici e si sono vestiti da maghi dopo di noi”, aggiunse Sir Paul.

Il notevole successo dell’ultimo tour dei Rolling Stones

Nel frattempo, Keith Richards può dirsi molto soddisfatto per i risultati dello Zip Tour dei Rolling Stones. La tournèe del 2019 ha superato i 100 milioni di incasso e ha venduto ha superato i 600 mila biglietti venduti. Nonostante il 2020 non sia stato molto produttivo a causa dell’emergenza Coronavirus, la band continua a stupire tutto il mondo e si avvicina a passi spediti alla soglia dei 60 anni di carriera insieme.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)