gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta in cui Freddie Mercury divenne un ologramma

La voce di Freddie Mercury e il suo grande carisma non sono mai stati dimenticati nel corso della storia della musica: l’hanno dimostrato i numerosissimi atti che sono stati creati a seguito della sua morte, come il Freddie Mercury Tribute Concert. C’è stato un momento specifico, nella storia dei Queen, in cui la formazione britannica – e, più nello specifico – Brian May, ha deciso di ricordare il suo grande leader e di ridargli idealmente vita, attraverso la creazione di un incredibile ologramma che ha cantato parte di Bohemian Rhapsody. L’atto ha causato, da un lato, la contentezza di numerosi fan, dall’altro l’indignazione di altri. Vi raccontiamo di quella volta in cui Freddie Mercury divenne un ologramma. 

Quella volta in cui Freddie Mercury diventò un ologramma

In occasione del decimo anniversario dalla nascita del musical We Will Rock You, ideato e realizzato grazie alla collaborazione di Brian May e Roger Taylor e basato proprio sull’utilizzo tematico dei grandi successi dei Queen, Freddie Mercury è riuscito a tornare sul palco del Dominion Theatre di Londra, attraverso un ologramma che è stato creato attraverso incredibili effetti scenici.

Nme ha raccontato l’esibizione del dettaglio, in cui ha idealmente preso parte anche lo stesso leader dei Queen: Brian May aveva già spiegato che, più di un ologramma, c’era bisogno di parlare di un effetto visivo simile a quello già utilizzato per Tupac Shakur. Nella parte finale dell’esibizione a Londra, l’ologramma di Freddie ha cantato l’ultimo verso di Bohemian Rhapsody: “Anyway the wind blows”. 

Le reazioni alla creazione dell’ologramma di Freddie Mercury

Non tutti hanno particolarmente apprezzato l’ologramma che i Queen hanno creato, nel tentare di ridar vita – anche fisicamente – al grande leader della formazione. Effettivamente, bisogna considerare le polemiche che si sono generate non soltanto in relazione alla figura di Freddie Mercury. Anche quando l’ologramma è stato utilizzato per ridar vita ad altre personalità, come quelle di Tupac, molti sono stati gli estimatori ma tante anche le polemiche.

Tra coloro che si sono opposti alla decisione di dar vita ad un ologramma di Freddie Mercury c’è stato Roger Taylor, che non ha condiviso la scelta del suo compagno di band, Brian May, affermando che non gli sarebbe piaciuto così tanto esibirsi con un ologramma.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.