gtag('config', 'UA-102787715-1');

Radiohead, la storia di quel concerto tragico

Nella storia della musica, non sono mancati i momenti dalle forti tinte tragiche. Un chiaro esempio è rappresentato da un concerto dei Radiohead risalente al 2012, che si è concluso in maniera molto drammatica. Di sicuro, la band alternative rock proveniente dalla contea inglese dell’Oxfordshire sarà rimasta scossa da un simile evento, a partire dal frontman Thom Yorke.

Cosa è successo in Canada nel 2012

È il 16 giugno del 2012. Siamo a Toronto, in Canada, e i Radiohead si stanno preparando ad un concerto molto importante. Il palco è ormai pronto ed è stato allestito all’interno del Downsview Park. Tuttavia, qualcosa va storto. La struttura metallica crolla poche ore prima dell’evento e la giornata, che doveva essere di autentica festa per il gruppo e i suoi numerosi sostenitori, degenerò in un’autentica strage. Infatti, nell’incidente assurdo, morì un tecnico, storico collaboratore della band che stava finendo di preparare la location. Ci furono anche tre feriti, che però furono dichiarati non più in pericolo di vita nel giro di poche ore. Dopo un disastro del genere, i Radiohead non poterono fare altro che annullare lo spettacolo, in segno di rispetto nei confronti di coloro che sono stati coinvolti nella tragedia.

Ulteriori particolari sulla tragedia di Toronto

Il crollo del palco canadese avvenne verso le ore 16, circa un’ora prima dell’apertura dei cancelli al pubblico. Un orario abbastanza classico, con condizioni meteorologiche senza particolari criticità. Non erano state riscontrate raffiche di vento di una certa intensità e il tempo era favorevole ad uno show musicale. Il capo dei pompieri della città canadese, Mike Strapko, rilasciò una breve intervista alla CNN per fornire ulteriori dettagli relativi all’accaduto. “La struttura è collassata ad una distanza pari a circa 50 metri dal palco. Le vittime stavano finendo di allestire la scenografia in vista del concerto dei Radiohead”. Ad ogni modo, sembrava che la folla stesse per invadere la zona ad essa riservata con un certo anticipo rispetto alla tabella di marcia.

La reazione dei Radiohead alla tragedia

Naturalmente, gli stessi Radiohead rimasero scossi per la tragedia sopraggiunta. Il gruppo scrisse un post sulla propria pagina di Facebook“Siamo sconvolti dalla perdita del nostro amico e collega Scott Johnson”, così aveva esordito il gruppo nell’occasione. “Era una persona sempre positiva, – aggiunsero – divertente, un membro qualificato del nostro collaudato staff. Il nostro affetto e i nostri pensieri vanno alla famiglia di Scott e a tutti coloro che gli sono stati vicini. Ci mancherà molto”. Inoltre, la band alternative rock scelse di rimborsare i biglietti tramite un apposito comunicato, pubblicato sul suo sito Internet ufficiale. Non era la prima volta che era accaduto un episodio simile. Infatti, alcuni mesi prima, ad Indianapolis negli Stati Uniti, il palco di un concerto di musica country crollò in diretta televisiva. In quel caso, il bilancio fu di sette morti e molti feriti.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)