John Frusciante rapporto con Red Hot Chili Peppers

Red Hot Chili Peppers, Michael Beinhorm parla di John Frusciante e del rapporto con la band

Il nome di Michael Beinhorn (musicista e produttore discografico) sarà per sempre fortemente legato a quello dei Red Hot Chili Peppers. Fu infatti lui a produrre l’ultimo disco con la formazione originaria,  The Uplift Mofo Party Plan (1987), prima della morte per overdose del chitarrista Hillel Slovak e il conseguente abbandono del batterista Jack Irons. Michael si occupò poi anche della produzione di Mother’s Milk (1989), il primo album con quella che diventerà la formazione “storica”: Anthony Kiedis, Flea, Chad Smith e John FruscianteIn una recente intervista di Produce Like A Pro, l’ex produttore dei RHCP ha parlato dell’ingresso nella band di John Frusciante, considerato la vera “arma segreta” della band.

L’intervista con Michael Beinhorn

Ecco tradotti alcuni pezzi dell’intervista di Warren Huart a Michael Beinhorn, in cui viene menzionato John Frusciante e i Red Hot Chili Peppers.

“Sì, c’era questa strana combinazione – spiega Michael Beinhorn, riferendosi alla formazione iniziale – . E suonavano bene insieme e ovviamente è da lì che poi sono venute le canzoni. Sai, loro erano decisamente come una jam band, improvvisavano alcune sezioni musicali e in seguito aggiungevano la voce.”

E ancora: “Al contrario di come sono diventati invece con l’arrivo di John, perché lui era più un compositore. E per molti versi, ho sempre pensato che lui fosse l’arma segreta per il loro successo. – ha spiegato Michael Beinhorn – Lui era davvero, ed è ancora, uno straordinario compositore. Slovak invece era un animale. Lavorare insieme a lui era davvero divertente. Come ho detto, essere in studio con loro era da morire dal ridere.”

Il ritorno di John Frusciante nei Red Hot Chili Peppers

Era il 2009 quando John Frusciante decise di lasciare, per la seconda volta e definitivamente, i Red Hot Chili Peppers. Negli ultimi anni, il gruppo ha cercato di contattare e riconciliarsi con l’ex chitarrista, che dopo l’abbandono si era tenuto a distanza dai compagni. Nel 2018, dopo circa un decennio, l’apparizione di Flea e Frusciante in pubblico aveva riacceso la speranza dei numerosi fan che ancora fantasticano su una reunion.

La foto dell’incontro dei due allo Staples Center di Los Angeles è di certo una prova del loro riavvicinamento. Purtroppo però, la foto rimane solo una foto. Nonostante i rapporti siano migliorati, parlare di una reunion vera e propria rimane ancora un po’ azzardato.

 

Share

Alice Lonardi, classe 1995, laureata in Lingue e Letterature Straniere con specializzazione in Arts Management a Londra. Amante dell'arte in tutte le sue forme: dalla musica, al cinema alla letteratura. Assidua frequentatrice di concerti e in particolare appassionata di pop-punk, post-hardcore e metal. Bassista, pianista, a volte fotografa. Articolista e aspirante giornalista e critica musicale. (alicelonardi@yahoo.it)