gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones, Charlie Watts su David Bowie “non era poi questo grande genio della musica”

David Bowie, al secolo David Robert Jones, è stato uno dei musicisti più poliedrici e innovativi del ventesimo secolo, un artista capace di spaziare dal rock al pop e dal pop alla new wave senza troppi problemi. Cantautore, attore e pittore, Bowie era un artista a 360 gradi ed è, ancora oggi, fonte di ispirazione per centinaia e centinaia di artisti. Conosciuto anche come ‘Il Duca Bianco‘, David Bowie nella sua lunga e prolifica carriera è arrivato a vendere oltre 150 milioni di copie nel mondo, diventando così uno degli artisti con il maggior numero di vendite in assoluto. Numeri a parte, il nostro ‘Heroes‘ è considerato un vero e proprio genio della musica. C’è, però, ancora qualcuno che non è d’accordo con tale opinione. Il batterista dei Rolling Stones Charlie Watts, intervistato di recente dal Guardian, ha infatti fornito la sua persone opinione su David Bowie. Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

Il futuro dei Rolling Stones

In una recente intervista rilasciata al Guardian, il batterista dei Rolling Stones ha aperto una lunga parentesi sulla sua band, soffermandosi in particolar modo su un possibile ritiro. Charlie Watts, poi, ha espresso anche la sua personale opinione su uno dei più grandi frontman della storia della musica: David Bowie.

“Amo suonare la batteria ed amo esibirmi con Keith, Ronnie e Mick, ma se i Rolling Stones decidessero che è venuta l’ora di smettere, non mi dispiacerebbe poi così tanto. Mi piacerebbe che la cosa finisse bene, che qualcuno del gruppo venisse da me a dire “non voglio più continuare”, senza troppe storie. Fortunatamente non lavoriamo più così tanto come prima e tra uno spettacolo e l’altro passano settimane intere a volte, quindi la cosa sta diventando meno pesante. Ad ogni modo vorrei essere in piedi domenica 8 luglio a Varsavia fino alla fine dello spettacolo. Per il resto poi non riesco a vedere più in là di così.”

Charlie Watts: “per me David Bowie non era questo grande genio della musica”

Charlie Watts si è poi soffermato sulla morte di David Bowie, spiegando quanto fosse sorpreso nel vedere tutto quel dolore:

“Certo, immaginavo che le persone sarebbero state molto dispiaciute, ma non mi sarei mai aspettato tutto quel dolore. Ad ogni modo David era un ragazzo adorabile, ha scritto un paio di cose buone ma non abbastanza da essere definito un genio. Si, insomma, per me David Bowie non era questo grande genio della musica.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)