gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones, il dolce ricordo di Mick Jagger a Brian Jones

Vi ricordate di quando Mick Jagger, in una delle sue opere più emozionanti e toccanti, ricordò Brian Jones, compianto membro dei Rolling Stones? Torniamo allora indietro nel tempo e andiamo nel giorno in cui il cantante dei Rolling Stones ricordò Brian Jones. Lo fece davanti a 250.000 persone (alcuni parlano addirittura di 500.000 fan accorsi a ricordare Brian Jones) e Jagger fece un iconico spettacolo a Hyde Park nel 1969. L’ex membro e fondatore degli Stones, Brian Jones, era tragicamente morto solo due giorni prima e Jagger, insieme alla sua band, aveva dedicato la lettura dell’Adonais di Percy Shelley prima di iniziare il loro concerto set. Vediamo allora il dolce ricordo di Mick Jagger a Brian Jones.

Il ritrovamento di Brian Jones

Il ricordo di Mick Jagger a Brian Jones culminò con il rilascio di migliaia di farfalle bianche e entrò nella storia come uno dei più grandi tributi all’ex compagno di band. Brian Jones fu scoperto morto dalla sua fidanzata svedese, Anna Wohlin, a mezzanotte del 2 luglio 1969. La sua morte fu davvero tragica e i fan della band di tutto il mondo furono sconvolti nel momento in cui venne nella sua piscina. La fidanzata era convinta che fosse ancora viva quando lo tirò fuori dall’acqua. Tuttavia, quando arrivarono i dottori, era troppo tardi e fu dichiarato morto all’arrivo in ospedale, all’età di soli 27 anni.

La causa della morte di Brian Jones

Il rapporto del medico legale dichiarò “morte per incidente” e vide che il suo fegato e il suo cuore erano stati pesantemente viziati da un grande abuso di droghe e alcol. Tuttavia, durante l’autopsia, i medici scoprirono che la causa della morte di Jones fu un annegamento accidentale. Quella fu la fine oscura di una carriera che una volta era stata davvero brillante. Tra le altre cose, Brian Jones fa parte del Club 27, ovvero quel gruppo di artisti morti a 27 anni, come Jim Morrison, Jimi Hendrix, Robert Johnson e Amy Winehouse, per dirne alcuni. Il chitarrista fu arrestato per possesso di droga il 10 maggio 1967 con le autorità che scoprirono marijuana, cocaina e metanfetamina nel suo appartamento.

La personalità di Jones

Le tensioni aumentarono ulteriormente quando il comportamento di Jones divenne più irregolare e, nel 1968, si era alienato dai suoi compagni di band. Bill Wyman disse nel suo libro Stone Alone: ​​”C’erano almeno due lati della personalità di Brian. Brian era introverso, timido, sensibile, profondo. L’altro Brian era un uomo pavoneggiante, socievole, artistico, che aveva disperatamente bisogno di rassicurazione da parte dei suoi coetanei. Ha spinto ogni amicizia al limite e ben oltre”.

Il ricordo

Nel 1969 i Rolling Stones furono informati che Jones non avrebbe ricevuto un permesso di lavoro a causa di le sue precedenti condanne per droga. Fu l’inizio della fine per Brian Jones e portò gli Stones a chiamare Mick Taylor come nuovo chitarrista alle spalle di Jones. Poche settimane dopo Jones morì e la band fece un concerto gratuito a Hyde Park a Londra. Prima che iniziassero a suonare, Mick Jagger trattenne le lacrime e lesse il poema Adonais di Percy Shelley in omaggio al suo amico. Quando ebbe finito di leggere il poema straziante, 3.500 farfalle furono rilasciate in omaggio a Jones mentre il gruppo si esibiva “I’m Yours and I’m Hers”. Questo fu il dolce ricordo di Mick Jagger a Brian Jones.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.