gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones, la misteriosa storia del figlio di Ronnie Wood che rischiò la morte

Oggi vi raccontiamo una storia che purtroppo di bello non ha molto, anzi, è quasi terribile. Il figlio di Ronnie Wood aveva detto che: “essere cresciuto da un membro dei Rolling Stones mi ha quasi ucciso”. Ma per quale motivo? Andiamo a vedere con calma la storia di chi è Jamie Wood, il figlio di Ronnie Wood dei Rolling Stones. Jamie Wood ha detto di essere sempre stato attratto dallo stile di vita rock n’ roll di suo padre ma questo lo ha portato all’assunzione di droghe a 14 anni e ad avere un attacco di cuore a soli 42 anni. Vediamo la storia del figlio di Ronnie Wood.

Il mondo della droga e i Rolling Stones

Il 73enne, negli ultimi 10 o 15 anni, ha deciso di darci un taglio con la droga, dopo aver deciso che era giunto il momento di mettere a letto le sue vecchie usanze. Jamie ha detto difatti che la sua educazione era stato caotica e lo vedeva agganciato al mondo della cocaina e dell’eroina sin da quando era giovane. Parlando al Daily Mail, Jamie ha sottolineato: “Le droghe erano normali nella mia famiglia. Era parte integrante della mia educazione. Nessuno lascerebbe i loro figli venire a casa mia dopo la scuola.

La vita difficile del figlio di Ronnie Wood

Ronnie scelse di ripulirsi al compimento di quattro dei anni dei suoi ultimi figli, due gemelli avuti con la terza moglie Sally Humphreys, di 30 anni più giovane di lui. Jamie, il figlio più vecchio, ha sperato che i giovani vivranno un’infanzia migliore di quella che ha avuto. Essere figlio di uno dei Rolling Stones ha avuto una pesante influenza sulla sua infanzia e Jamie ha detto che abusava di droghe di grande qualità fin da quando era adolescente. Ha continuato a fumare cannabis e sigarette fino a quando non ha avuto un infarto nel 2017, a 42 anni. Jamie ora ha cambiato la sua vita dopo aver capito che non poteva continuare il percorso che stava percorrendo.

L’educazione stupefacente di Jamie Wood

Ha abbandonato l’abitudine alla cannabis e la dipendenza da sigarette e da allora non ha più guardato indietro. Parlando dello stile di vita indulgente che i suoi genitori vivevano, il figlio di Ronnie Wood ha detto: “Mamma e papà erano solite festeggiare e sentivi sempre l’odore della cannabis in casa. Salivo su per le scale e quando avevo nove o dieci anni, correvo di sotto e trovavo posacenere pieni di cannabis e li provavo, poi li nascondevo dietro i microfoni.” Jamie disse che mentre le droghe erano “demonizzate” nella vita pubblica, lui disse che erano “normali nella mia famiglia” e che erano “parte integrante della mia educazione”.

Gli amici strani di Jamie Wood

Jamie ha rivelato: “Il problema era che andavo in 17 scuole diverse in tre o quattro paesi diversi. Ogni volta che avevo amici, venivano improvvisamente portati via”. Quando la famiglia si trasferì a Wimbledon, nel sud ovest di Londra, Jamie disse che si era unito con una compagnia sbagliata e il risultato era la dipendenza da droghe pesanti. Nonostante lo stile di vita, Jamie ha detto che Ronnie non gli ha consigliato di stare alla larga dalle droghe, ma di non lasciare che controllino la sua vita. “Mamma e papà sapevano sempre delle droghe ma erano abbastanza consapevoli che avrei preso le mie decisioni”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.