gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones, il vero significato di Paint it Black

I Rolling Stones sono unanimemente riconosciuti come una della rock band più iconiche e influenti di sempre. Mick Jagger e soci sono riusciti a regalare a fan e pubblico alcune delle canzoni più intramontabili della storia della musica. E mentre alcuni testi sono molto semplici e chiari, dal punto di vista del significato, altri sono rimasti tutt’ora estremamente criptici. Uno su tutti il brano Paint it Black. Scopriamo in questo articolo di cosa parla davvero il singolo del 1966.

ROLLING STONES, STORIA E COMPOSIZIONE DI AFTERMATH

Paint it Black è un singolo dei Rolling Stones, pubblicato il 7 Maggio del 1966. Nello stesso anno comparirà come traccia d’apertura nella versione statunitense dell’album Aftermath, pubblicato per la Decca Records e la London Records. Si tratta del primo lavoro discografico la cui tracklist è composta esclusivamente da canzoni composte dalla coppia Jagger/Richards.

Aftermath spicca nella discografia della band britannica, soprattutto per le tante sperimentazioni e slanci innovativi. Per la maggior parte di questi se ne deve il merito a Brian Jones, che utilizza anche il sitar – come in Paint it Black – ispirato da George Harrison in Rubber Soul. Nel 2003 il magazine musicale Rolling Stone ha inserito Aftermath alla posizione 103 nella classifica dei 500 migliori album di sempre.

PAINT IT BLACK, LA STORIA DEL BRANO DI MICK JAGGER E KEITH RICHARDS

Nonostante le sperimentazioni e le suggestioni esotiche di Brian Jones, tutta la tracklist di Aftermath è accreditata a Mick Jagger e Keith Richards. Il duo compositivo mette la firma anche sul brano Paint it Black, pubblicato prima come singolo e poi inserito nel lavoro discografico del 1966. Subito dopo la sua uscita la canzone raggiunse la posizione numero uno in classifica sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.

Sebbene Paint it Black sia ufficialmente accreditata a Jagger e Richards, anche Brian Jones vi contribuì – come detto – con l’introduzione del sitar, sulla scorta dei Beatles. Anche Bill Wyman scriverà nel suo libro che – nonostante i credits abbiamo tramandato una versione differente – la canzone fu il frutto di uno sforzo collaborativo e collettivo di tutta la band.

IL VERO SIGNIFICATO DI PAINT IT BLACK DEI ROLLING STONES

Come riportato anche da CheatSheet, Paint it Black è stata sempre interpretata come una riflessione sugli orrori e il dolore della Guerra in Vietnam. Un tema scottante e contemporaneo, che influenzò buona parte della musica rock degli anni ’60 e ’70. Il testo – più complesso e lirico di altri brani dei Rolling Stones – potrebbe risultare in tal senso di difficile interpretazione. Qual è il vero significato di Paint it Black?

Stando a quanto riportato nel libro Rocks Off: 50 tracks that tell the story of the Rolling Stones, Paint it Black sarebbe incentrato in effetti sulla storia di un uomo che vede morire inaspettatamente la propria amata. Stando allo stesso volume, sembrerebbe che Mick Jagger abbia preso anche ispirazione dall’Ulisse di James Joyce in particolare nel verso “I have to turn my head until my darkness goes”. Ad ogni modo Paint it Black – come suggerito anche dal titolo – sembra utilizzare i colori come metafora di uno stato straziato e depresso.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.