gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones: le maniacali richieste delle pietre rotolanti durante i soggiorni in hotel (foto)

I Rolling Stones sono una delle band rock più amate del pianeta e, su questo, non ci piove. La formazione britannica guidata da Mick Jagger e Keith Richards da quasi 60 anni domina i grandi palcoscenici internazionali, regalando puntualmente incredibili tour. Naturalmente nella loro lunga e prolifica carriera non si sono mai fatti mancare niente e, da buone star del rock, si sono sempre distinti per il loro lato più eccentrico e stravagante.

Keith Richards e Mick Jagger sono uno dei duo più iconici del rock e, insieme ai loro compagni Ronnie Wood e Charlie Watts, hanno cambiato inevitabilmente la storia di questo genere. Stiamo parlando di una band che ha pubblicato quasi 80 album, a cui sono seguiti, inevitabilmente, una serie infinita di tour.

Durante uno di questi, quello in Europa del 1976, sono stati rinvenuti alcuni appunti relativi alle bizzarre richieste di Jagger e soci durante i propri soggiorni negli hotel. Le strutture che ospitavano gli Stones, infatti, dovevano essere informate con largo anticipo e dovevano rispettare ad ogni costo ogni singolo punto dettato dalle pietre rotolanti e fornite da un certo ‘Roland‘. Nonostante sul palco fossero molto uniti, infatti, i membri della formazione britannica avevano esigenze molto differenti tra loro. A complicare le cose, inoltre, si mettevano anche i vari pseudonimi delle rockstar: a Mick Jagger fu affibbiato come nome in codice quello del tennista Arthur Ashe, a Ronnie Wood quello dell’astronomo Patrick Moore, a Charlie Watts quello del commentatore di cricket Peter West e a Keith Richards quello del giardiniere e presentatore britannico Percy Thrower.

L’elenco delle bizzarre richieste dei Rolling Stones

L’elenco delle bizzarre richieste dei Rolling Stones, in conclusione, offre una chiara visione della vita che la band stava conducendo all’epoca:

Caro Roland, mi dispiace non averti potuto incontrare, ma sono dovuto partire per Washington alle 10 del mattino. Ad ogni modo se seguirai queste indicazioni non avrai alcun problema.

  1. Ti suggerisco di arrivare a Vienna intorno alle 12:00 del 22 giugno.
  2. Recati nell’hotel e controlla le stanze che hanno bloccato per noi.
  3. Ricordati di posizionare ognuno in un piano.
  4. Deve esserci almeno un addetto alla sicurezza su ogni piano che ospita un artista.
  5. Il capo della sicurezza Jim Callaghan dovrebbe stare vicino a Percy Thrower.
  6. Bob Bender e Poweski vicino ad Arthur Ashe.
  7. Cerca di trovare dei letti grandi per tutti.
  8. Tenere Bill Wyman lontano da Keith a causa del rumore.
  9. Ognuno avrà delle camere singole e l’hotel dovrebbe fare in modo che siano molto ampie.
  10. Le camere diverse dalle singole saranno le seguenti:
  • Patrick Moore deve avere un letto grande.
  • Ollie Brown deve avere un letto grande.
  • Arthur Ashe deve avere una suite deluxe con deposito bagagli annesso.
  • Billy Preston deve avere una suite.
  • Peter West deve avere un letto grande.
  • Peter Rudge deve avere un letto grande.
  • Alan Dunn deve avere una porta comunicante con la stanza di Jenni-Collen-Smith.
  • Keith Richards deve avere una suite.
  • Debbie Freis e Bill Zysblatt devono avere stanze comunicanti.
  • Robin Day deve avere una suite.
  • John Victor dovrebbe stare vicino a Percy Thrower.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)