gtag('config', 'UA-102787715-1');

Ronnie James Dio: 7 cose che (probabilmente) non sapete sul frontman statunitense

Ronnie James Dio, al secolo Ronald James Padavona, è stato uno dei più grandi frontman della storia dell’heavy metal. Morto il 16 maggio del 2010, James Dio ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore di milioni e milioni di appassionati di heavy metal e, naturalmente, in quello di tutti gli artisti che hanno avuto il piacere e l’onore di lavorare con lui. Non è un caso, quindi, che sia Rob Halford dei Judas Priest che Phil Anselmo dei Pantera l’abbiamo indicato come il più grande frontman heavy metal di tutti i tempi. Oggi siamo qui per onorare ancora una volta la sua memoria e vogliamo farlo raccontandovi 7 curiosità su Ronnie James Dio.

L’origine del soprannome

Iniziamo subito con una delle curiosità più interessanti: l’origine del soprannome. Nonostante ‘Dio’ in italiano si traduca con ‘Dio’, non c’è nessun riferimento religioso. La scelta, piuttosto, è da collegare al gangster italo-americano Johnny Dio, al secolo Giovanni Ignazio Dioguardi.

La passione per l’opera e i tenori

Forse non tutti sanno che Ronnie James Dio, molto prima che si avvicinasse all’heavy metal, era un amante dell’opera. In particolar modo il frontman statunitense ha sempre apprezzato i lavori di Mario Lanza (tenore, attore e showman statunitense di chiare origini italiane). “Non riuscivo a credere che avesse una voce del genere -ammise una volta Dio- ho sempre cercato di usare quell’aspetto della sua voce nella mia musica”.

Un dottore mancato?

Ve la sentireste di farvi operare da Ronnie James Dio? Oppure, magari, di farvi prescrivere qualche farmaco? I genitori di Ronald James, infatti, quando era ancora un adolescente lo convinsero ad iscriversi all’Università di Buffalo per studiare farmacologia.

Un stile di vita sano

A differenza della maggior parte dei suoi colleghi, Ronnie James Dio non ha mai fatto uso di droghe. “Sono stato cresciuto da grandi genitori -spiegò una volta- e non ho mai voluto perdere il loro rispetto. Certe cose possono essere distruttive, offuscano la tua mente, la tua sensibilità e il tuo talento:”

I suoi oggetti personali in mostra

Dopo la morte di Ronnie James Dio sua moglie Wendy decise di vendere alla nota casa d’aste Julien parte dei suoi oggetti personali: “sono onorata e fiera che questa serie di oggetti appartenuti a Ronnie sarà visibile nei musei, per sempre. Naturalmente questi oggetti significavano molto per me, ma riconosco anche l’importanza storica di qualsiasi cosa abbia a che fare con Ronnie.”

L’inventore del gesto delle corna?

Oltre ad essere uno dei più grandi frontman della storia dell’heavy metal, Ronnie James Dio è considerato anche l’inventore dell’iconico gesto delle corna. In verità alcuni lo considerano l’unico vero inventore del gesto, altri semplicemente pensano sia stato semplicemente bravo a diffonderlo.

La passione per la tromba

Veniamo all’ultima curiosità sul conto di Ronnie James Dio: la passione per la tromba. Quando era ancora un ragazzino Ronnie James imparò -sotto consiglio del padre- a suonare la tromba e, a quanto pare, si esercitava anche parecchie ore al giorno.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)