gtag('config', 'UA-102787715-1');

Il segreto dietro la realizzazione di Abbey Road dei Beatles

Era il 26 settembre del 1969 quando i Beatles diedero alla luce uno dei capolavori più celebrati, amati e ricordati della storia della musica. Un album, l’undicesimo in studio della band, che contiene tutti gli elementi per essere analizzato nella sua interezza, sviscerato nella sua totalità. Perchè, a dirla tutta, non è soltanto per le canzoni contenute all’interno di Abbey Road che gridiamo al capolavoro, ma per il clima con cui è stato realizzato, per le difficoltà con cui la formazione di Liverpool ha portato a termine un prodotto che sembrava essere irrealizzabile, per la pazienza e la tenacia di George Martin, il quinto Beatle. Vogliamo, a tal proposito, parlarvi del segreto dietro la realizzazione di Abbey Road dei Beatles. 

L’incidente di John Lennon e Yoko Ono prima delle registrazioni di Abbey Road

Come se tutti i problemi non bastassero, prima dell’inizio delle registrazioni di Abbey Road John Lennon e Yoko Ono subirono un incidente che rischiò di minare seriamente la realizzazione dell’undicesimo album in studio dei Beatles. L’incidente del primo luglio lasciò John Lennon con 17 punti di sutura e Yoko Ono gravemente ferita. Quando i due tornarono in studio, le registrazioni erano già iniziate, anche se Lennon anticipò il suo ritorno in studio rispetto a quanto gli era stato indicato.

Tornato in studio, diede subito delle disposizioni da seguire: chiese di installare un materasso per far adagiare Yoko Ono, in modo che la donna potesse essere comoda e far vagare i suoi pensieri – atti a migliorare la qualità del disco -, e iniziò a litigare in più occasioni con Paul McCartney, essendo insofferente al modo di fare del suo compagno di band. Lo scrittore Ian MacDonald ha dichiarato, a proposito: “Lennon ha discusso due volte selvaggiamente con McCartney, a un certo punto ha avuto uno scatto tutt’altro che pacifico contro sua moglie Linda”

Il segreto dietro la realizzazione di Abbey Road: i Beatles pensavano fosse l’ultimo album

Con un clima di insofferenza generale, i Beatles si avviavano verso un altro prodotto che sembrava destinato ad essere sopraffatto dai rancori e dai risentimenti personali, più che dalla collaborazione e dal talento dei singoli. Stanco di questa situazione, George Martin – il vero e proprio collante della band negli anni difficili – sembrava aver gettato la spugna, anche per ciò che riguarda la produzione del disco stesso. 

A seguito della pubblicazione dell’album, il produttore affermò: “È stato un disco così infelice, anche se c’erano alcune grandi canzoni … Credevo davvero che fosse la fine dei Beatles”. In realtà, con gli anni ha radicalmente cambiato opinione, ammettendo che dietro la realizzazione di Abbey Road c’è un segreto e uno spirito in grado di contrastare con il clima dominante di quegli anni.

Paradossalmente, tutti credevano che Abbey Road sarebbe stato l’ultimo album dei Beatles, e che gli stessi si sarebbero sciolti a seguito della pubblicazione dello stesso. Ciò riuscì a mitizzare il clima, cristallizzando quel reciproco rancore che minava ogni produzione della band di Liverpool. L’ha confermato lo stesso Martin, anni dopo la pubblicazione di Abbey Road: “È stato un disco molto felice. Immagino sia stato felice perché tutti pensavano che sarebbe stato l’ultimo”

Abbey Road canzoni: la tracklist dell’album

Di seguito, sono riportate le 17 tracce di Abbey Road, nella tracklist dell’album:

Lato A

  • Come Together – 4:20
  • Something – 3:03
  • Maxwell’s Silver Hammer – 3:27
  • Oh! Darling – 3:26
  • Octopus’s Garden – 2:51
  • I Want You (She’s So Heavy) – 7:47

Lato B

  • Here Comes the Sun – 3:05
  • Because – 2:45
  • You Never Give Me Your Money – 4:02
  • Sun King – 2:26
  • Mean Mr. Mustard – 1:06
  • Polythene Pam – 1:12
  • She Came In Through the Bathroom Window – 1:57
  • Golden Slumbers – 1:31
  • Carry That Weight – 1:36
  • The End – 2:19
  • Her Majesty – 0:23
Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.