gtag('config', 'UA-102787715-1');

Sex Pistols: quella volta che la band indossò la maglia con su scritto “Io odio i Pink Floyd”

Una delle immagini più iconiche della storia del rock è quella che vede protagonisti i Sex Pistols, rappresentati soprattutto dal personaggio di Johnny Rotten, i quali hanno esibito in più occasioni delle magliette piuttosto particolari, all’interno delle quali dichiaravano di odiare i Pink Floyd. Si tratta di uno di quei simboli iconici che ha caratterizzato la storia del punk e del rock, oltre che della musica in generale. Vogliamo allora raccontarvi di questa storia e di quelle che sono state le dichiarazioni di Johnny Rotten a riguardo.

Johnny Rotten odiava davvero i Pink Floyd?

Per capire il perchè della storia che vi raccontiamo bisogna anche sottolineare il contesto dei Pink Floyd, e di come la band fosse avvertita nel mondo del punk. Come chiarito da Stuart Berman: “I Pink Floyd rappresentavano tutto ciò che il Punk non era: musicalmente abile, concettualmente ambizioso, schifosamente ricco, ricco, barbuto di gusto”.

Il leader dei Sex Pistols Johnny Rotten, però, odiava davvero i Pink Floyd? Per capirlo vi citiamo le sue dichiarazioni: “Non so da dove l’ho presa, essendo verde, che è una stranezza… non è il mio colore preferito. Potrebbe essere stato qualcosa che ho rubato da una bancarella. Ascolta, dovresti essere stupido per dire che non ti piacciono i Pink Floyd. Hanno fatto grandi cose. Hanno fatto anche spazzatura. Personalmente amo The Dark Side of the Moon. Ma torno subito indietro a quando stavano con Syd Barrett: sono cresciuto con ogni tipo di musica”.

E ancora: “Tutti pensano ci sia un’aura di ‘Oh, siamo così grandi che non c’è posto per nessun altro’. Ma sapete, ho incontrato membri della band e mi trovo bene con loro perché non sono affatto così. C’è stato una sorta di fraintendimento e di travisamento della stampa… Dave Gilmour l’ho incontrato un paio di volte e penso che sia un tipo a posto… quando i Pink Floyd sono venuti a Los Angeles, mi hanno chiesto di venire a cantare qualche canzone di The Dark Side Of The Moon con loro e l’idea mi ha entusiasmato molto. Beh no, sarebbe stato molto, molto bello, ma nella mia testa pensavo: ‘Che ci faccio qui?’ Sono arrivato così vicino a farlo … mi sembrava di volermi configurare come una specie di persona pretenziosa. Ma volevo farlo, non quando c’erano 20.000 persone. Sarei andato in uno studio e ci avrei suonato. In privato. Mi piacerebbe andare in studio e fare qualcosa per l’album con loro”.

Che cosa ne pensa David Gilmour dei Sex Pistols?

Anche David Gilmour ha avuto modo di parlare dei Sex Pistols e, nonostante la maglietta di cui vi abbiamo parlato, il giudizio è tutt’altro che negativo: “Ho pensato che i Sex Pistols fossero piuttosto buoni. Sono stato in uno show con Johnny Rotten – era al Sadler’s Wells – e lui ha detto di non aver mai odiato i Pink Floyd e che in realtà era un po’ un fan. Confesso di non averci creduto del tutto fin dall’inizio. Voglio dire, chi potrebbe odiarci?”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.