gtag('config', 'UA-102787715-1');

Skid Row, Sebastian Bach: “Il tour con Eddie Van Halen fu incredibile”

Nel corso di una recente intervista rilasciata per il Podcast di Eddie Trunk, il leggendario frontman degli Skid Row, Sebastian Bach, ha parlato di Eddie Van Halen e di quanto prezioso, per lui, sia stato fare la sua conoscenza. In particolare, il cantante ha detto: “Edward Van Halen ha costruito la sua strumentazione da zero. Tutta le tecnologia dei suoi amplificatori, le sue chitarre. Tutto è opera sua e, lo stesso, vale per le batterie di suo fratello Alex. Credo che quei ragazzi abbiano incarnato alla perfezione lo status di Self Made Rockers. Non so come spiegare il mio legame con i Van Halen se non dicendo che per me erano come membri della famiglia. Eddie è stato una parte importante delle nostre vite.

Successivamente, Bach ha parlato dell’esperienza degli Skid Row in tour con i Van Halen. Ricordiamo, infatti, che la band aprì gli show del tour promozionale di Balance negli Stati Uniti. Al riguardo, Sebastian ha detto: “Ebbi modo di conoscere Eddie ed Alex in quell’occasione. Il primo giorno del tour, Edward venne nei nostri camerini. Non potevamo crederci. Passò tutto il tempo a chiacchierare con noi e a suonare la chitarra. Mio figlio era con noi e aveva solo sei anni all’epoca. Eddie cominciò a parlargli della batteria e di quanto sarebbe stato bello se avesse cominciato a suonare con suo fratello. Tutti sapevano che fossi un fan di Eddie. Fui entusiasta da quanto accadde. Fu un’esperienza incredibile.

Sebastian Bach: “Ecco quando ho ascoltato i Van Halen per la prima volta”

Successivamente, a Sebastian Bach è stato chiesto quando ha ascoltato i Van Halen per la prima volta. Il cantante ha risposto volentieri così: “Cercherò di contestualizzare. Fu la mia babysitter a farmeli conoscere. Credo che all’epoca avessi circa 11 o 12 anni quando mise su un loro vinile. Al tempo ero un fan sfegatato dei Cheap Trick e non avevo mai ascoltato la chitarra di Eddie prima. Quando fece cadere la puntina, diedi un’occhiata alla cover dell’album; poi ebbi la sensazione che i Van Halen fossero la versione malvagia dei Cheap Trick. La band di Eddie era feroce, aggressiva…”.

Dopodiché, il cantante ha rivelato di essere rimasto scioccato la prima volta che ebbe modo di ascoltare Eruption. Infine, Sebastian Bach ha rivelato che, tempo addietro, si cominciò a parlare della possibilità che entrasse tra le file della band di Eddie, in qualità di frontman. “Venni convocato in ufficio – ha esordito Bach – Si parlava di trovare un nuovo cantante per i Van Halen, ma non ho mai partecipato alle audizioni. Non avrei mai voluto lasciare gli Skid Row, ma fui titubante per una o due settimane. Infine, Sebastian Bach si è detto desolato dalla tragica perdita di Eddie Van Halen e di Neil Peart nello stesso anno. Per lui, infatti, i due musicisti rappresentavano un punto di riferimento assoluto nei suoi primi anni in musica.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)