Slash arrestato: era il 13 agosto 1999 quando fu messo in manette

Slash arrestato: era il 13 agosto 1999 quando fu messo in manette

La personalità eccentrica di Slash

Ne parliamo spesso, per un motivo o per un altro, e talvolta le date ci danno ragione. Che sia per un semplice atto, per un comportamento particolare sui palchi o per qualche dichiarazione che appare essere fuori luogo, le rockstar ci danno sempre l’impressione di essere lontano un miglio dalla completa normalità. Spesso le copertine dei più prestigiosi quotidiani accolgono il loro volto per qualche crimine commesso, spesso si sente parlare di arresti e le notizie in merito fanno il giro del web. Slash arrestato è uno di quei titoli che, ormai 19 anni fa, tuonò un po’ ovunque.

La personalità eccentrica di Slash la si conosce: è senza confini e limiti, tanto che – anche sui palchi – molte volte è stata data una dimostrazione di quanto l’eccesso talvolta può far male. Purtroppo, però, l’arresto in questione non dipese da un eccesso (che fosse alcolico o di altra natura), ma da una condotta violenta. Era il 13 agosto del 1999.

Slash arrestato per percosse alla fidanzata

La notizia dell’arresto di Slash fece presto il giro di ogni tipo di piattaforma: dalle radio alle televisioni, dai primi siti web fino ai giornali si parlava di Slash arrestato. In Italia la notizia fu data per la prima volta da Repubblica, che si occupò personalmente di riportare il caso entro la nostra penisola.

Così scrisse il giornale: «L’ex primo chitarrista dei Guns n’Roses, Saul Hudson detto Slash, è stato arrestato per percosse alla sua fidanzata e convivente a West Hollywood. Il 34enne musicista è stato accusato dalla giovane di averla picchiata nel locale Hotel Le Parc. E’ stato rilasciato dietro pagamento di una cauzione di 50 mila dollari (quasi 100 milioni di lire)». Al tempo, come sottolineato, Slash non faceva più parte dei Guns N’ Roses, ma la notizia fece allo stesso modo scalpore. Questo perchè l’immagine di Saul Hudson è sempre stata molto importante, e certamente riconosciuta e ricordata da tutti in ogni epoca.

Slash oggi: Not in this Lifetime tour e ipotesi nuovo album

E non vogliamo certamente andare a minare quella stessa immagine; piuttosto, il nostro è un tentativo di comparazione tra quello che fu 19 anni fa a quello che è oggi, e che potrebbe probabilmente essere in futuro. Da Slash arrestato a oggi è passato tanto, non solo in termini di tempo.

Oggi lo storico chitarrista della hard rock band è tornato a essere quello di un tempo; di nuovo con i Guns, di nuovo sui palchi. La sua immagine di nuovo nota per la musica, e per nient’altro. Quest’anno, per i Guns N’ Roses è stato importantissimo, con il Not in this Lifetime tour e l’ipotesi nuovo album che ha già fatto parlare anche Axl Rose.

Non sono mancate le dichiarazioni di Slash “A inizio tour, essere su un palco e vedere, a pochi metri di distanza da me, Axl e Duff, è stato davvero surreale. Per il resto è stata una cosa piuttosto nuova, per me. Sto girando con un tizio [Axl, ndr] che è stato un mio socio per tanti anni prima di avere – chiamiamola così – una crisi. Tutto, però, per me è molto fresco (…). E’ interessante, perché non c’è nostalgia. Non ho avuto nemmeno per un attimo quelle sensazioni tipo ‘l’ultima volta che ho suonato questo accordo era il 1991, wow'”, ha detto a proposito del rapporto con Axl Rose. Quanto all’album, invece: “Ne abbiamo parlato. Penso che tutti vogliano registrare un nuovo album in studio: vediamo cosa succede. Questo giro intorno al mondo ci ha tenuto molto occupati”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.