gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slash: “Ecco l’artista con cui ho sempre sognato di suonare…”

Slash ha detto: “Ho suonato con Lemmy e Lenny Kravitz, ma avrei voluto suonare con John Lennon”. Il chitarrista hard rock ha spulciato il meglio del catalogo musicale, partendo dal suo periodo di massimo splendore discografico nei Guns N’Roses, ai Velvet Revolver alla collaborazione con Myles Kennedy & The Conspirators. In più, non manca il racconto di Slash riguardo le ripetute collaborazioni con alcune delle icone musicali rock più importanti di sempre, come Bob Dylan e Lemmy. Tra questi grandi nomi c’è anche Lenny Kravitz, come suddetto.

Il periodo con i Guns N’Roses

Nessuna band è riuscita a spaccare in maniera così incredibile il mercato del rock da quando i Guns N’Roses hanno fatto la loro irruzione nelle classifiche degli Stati Uniti. Gran parte del merito va al loro album di debutto del 1987, Appetite for Destruction e Slash ha detto: “Io sapevo bene come erano gli anni ’80, molte band erano famose per essere trasgressive. […] Eravamo selvaggi. Le persone che hanno lavorato con noi in seguito hanno visto quel periodo come qualcosa di davvero commerciale, immagino.” Slash ha sofferto di ciò, soprattutto della grossa celebrità.  Ha detto: “Non puoi neanche uscire nel pub. È stato un po’ uno shock per me e mi ero semplicemente drogato, avevo bevuto e mi ero nascosto a casa mia. Ci ho messo molto a guarire da quel periodo“.

La collaborazione con Lenny Kravitz

“Nessuno da noi era davvero preparato per quel business di musica con un sacco di soldi” ha ammesso Slash. Poi Slash ha parlato di Lenny Kravitz e del suo assolo in Always on the Run, celebre pezzo di Kravitz. Slash ha raccontato di aver pensato a quel riff per pochissimo, aveva già in mente quel pezzo da fare perché era già stato proposto ai membri dei Guns N’Roses, senza successo. Ma quell’assolo era perfetto per Lenny Kravitz e il suo stile vicino al funky rock. È un peccato che i due non abbiano collaborato per altri pezzi, la loro dinamica era davvero interessante

La disavventura con Bob Dylan

L’elenco di artisti che hanno chiesto a Slash di suonare nei loro dischi sembra una formazione per la cerimonia di premiazione: Bob Dylan, Michael Jackson, Iggy Pop, i Motörhead, Steven Tyler, Eddie Van HalenCarole King, addirittura Rihanna. A volte, tuttavia, non ha funzionato come previsto. Come quando è andato a registrare Wiggle Wiggle con Bob Dylan nel 1990. “Entro e ho fatto quello che considero un pezzo unico nel mio stile. Un paio di giorni dopo ho chiesto a Don Was, il produttore, se poteva inviarmi una panoramica di come era il risultato finale. Avevo fatto una pezzo ritmico in acustico, ma Bob ha detto che sembrava un po ‘troppo simile ai Guns N’Roses. Quindi ha tolto tutto“. Immaginate quanto ci rimase male Slash.

il post Guns N’Roses

Quando Slash lasciò i Guns N’Roses nel 1996, iniziò il progetto, Slash’s Snakepit. Ha rivelato che la grande ispirazione artistica di quel gruppo fu John Lennon ed è qui che Slash ha detto: “Ho suonato con Lemmy e Lenny Kravitz, ma avrei voluto suonare con John Lennon”. Vi ricorda qualcuno? Sì, Freddie Mercury, un altro artista che era un grande fan di John Lennon. In seguito Slash creò i Velvet Revolver con Duff McKagan e Matt Sorum, ex dei Guns N’Roses, più Scott Weiland. Fu un progetto fallito, a seguito della morte di Scott Weiland.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.